Green

Grattacielo di Reggio Emilia, conclusi i lavori di riqualificazione: la nuova vita dell’edificio simbolo

6 marzo 2024

Una nuova vita per il Condominio Grattacielo a Porta San Pietro, conosciuto come il “Grattacielo di Reggio Emilia”: si sono conclusi i lavori di riqualificazione coordinati da Iren Smart Solutions e dall’architetto progettista e direttore dei lavori Andrea Zamboni dello Studio Zamboni Associati.

 

I risultati, presentati lo scorso 5 marzo dal Sindaco Luca Vecchi, dall’Amministratore Delegato di Iren Smart Solutions Roberto Conte e dall’architetto Andrea Zamboni, sono ottimali. Il progetto ha migliorato l’estetica, adeguato le caratteristiche antisismiche e sensibilmente ridotto il fabbisogno energetico grazie ad attenti e mirati interventi di efficientamento, che avranno benefici non soltanto economici ma anche ambientali.  

 

 “Oggi, dopo due anni di lavori – ha affermato l’Amministratore Delegato di Iren Smart Solutions Roberto Conte – riconsegniamo ufficialmente a Reggio Emilia un edificio che rappresenta uno dei suoi simboli storici. Una riqualificazione che si inserisce pienamente nell’ambito delle politiche urbanistiche della città e che coglie le sfide della sicurezza sismica, dell’efficienza energetica, della accessibilità alle persone, dello sviluppo di energie rinnovabili nell’ottica del miglioramento costante delle qualità dell’abitare”.

inaugurazione

Cosa ha previsto il progetto

L’intervento, su progetto dello Studio Zamboni Associati Architettura, ha coinvolto l’intero fabbricato ai fini dell’efficientamento energetico - sia per le parti comuni che per quelle private - e strutturale, ed è stato condotto nell’ambito del Superbonus 110% con appaltatore unico Iren Smart Solutions e Gigli Costruzioni come impresa realizzatrice.

 

Il progetto ha riguardato interventi strutturali locali - tra i quali rinforzi con intonaco strutturale e fibra di carbonio - e interventi di efficientamento energetico, tra i quali la realizzazione di cappotto in lana di roccia con rivestimento in parte in tesserine di mosaico, come quelle originarie, e in parte con intonachino e tinteggio. Si è proceduto inoltre all’isolamento del piano di copertura, all’inserimento di serramenti altamente prestazionali e schermature solari del tipo persiane scorrevoli e frangisole, entrambi con alette orientabili, oltre alla realizzazione di un impianto fotovoltaico in copertura al servizio delle parti comuni.

 

Gli interventi hanno riguardato inoltre, in regime di ristrutturazione edilizia con bonus 50%, adeguamenti edili e impiantistici del vano scala condominiale, la realizzazione di nuove colonne montanti interne comuni per l’efficientamento e la gestione dell’impianto di riscaldamento centralizzato e la realizzazione in facciata di colonne montanti esterne per l’allaccio del gas delle singole unità immobiliari, in ottemperanza alla normativa regionale.  

 

Tra storia e futuro, nel segno della sostenibilità

Il grattacielo, inaugurato nel 1953 e disegnato dalla Cooperativa Architetti e Ingegneri di Reggio Emilia, fu concepito da subito come simbolo della nuova Reggio Emilia moderna. Con gli interventi di riqualificazione ultimati, oggi rappresenta anche il futuro nel segno della sostenibilità e dell’efficienza energetica.

 

"Questo importante intervento ha permesso di rendere piacevole ed efficiente un palazzo storico della città – ha affermato il sindaco di Reggio Emilia Luca Vecchi - Si è trattato di un cantiere di lunga durata a cui tanti cittadini hanno guardato con curiosità, vista anche la sua collocazione centrale nella mappa viabilistica. Sono certo che il risultato sarà apprezzato non soltanto da chi vive e lavora in questa zona, ma anche dai tanti che qui transitano"

 

 “La realizzazione di importanti Interventi– ha sottolineato l’architetto Andrea Zamboni dello Studio Zamboni Associati – come la riqualificazione del grattacielo realizzata con Iren Smart Solutions servono non solo a rendere meno energivori e fragili i fabbricati, ma anche a rimarcare la valenza pubblica di edifici di grande forza identitaria in luoghi strategici. Il grattacielo è stato un simbolo di innovazione nel 1953, nel 2024 il suo recupero ha un forte significato soprattutto in un'area di confine qual è lo spazio in cui si trova tra centro storico e stazione”.

L'articolo ti è piaciuto?
Ricevi la newsletter o iscriviti al canale Whatsapp!

Ricevi mensilmente la newsletter Everyday direttamente su Linkedin o ricevi aggiornamenti settimanali su Whatsapp: sarai aggiornato sulle ultime novità in tema di innovazione, economia circolare, scenari climatici e sfide legate alla sostenibilità. 

Potrebbe interessarti

Green
Diffondere la cultura della sostenibilità attraverso l’arte: chi sono i vincitori di “Cabine d’artista”
Annunciati i vincitori del bando, promosso da IRETI, società del Gruppo Iren, e dalla Città di Torino, per raccontare i valori e le sfide della sostenibilità per la città.
Innovazione
Iren vince il Premio Top Utility 2024
Un riconoscimento concreto dell’impegno del Gruppo nei servizi offerti ai territori e nella lungimiranza delle sue scelte strategiche.
Green
Iren e Altamin, un patto per il futuro energetico sostenibile
Sei licenze esplorative per il recupero di litio e potenzialmente di altri minerali strategici dalle salamoie geotermiche: ecco cosa prevede l’accordo.
Green
Il Gruppo Iren si aggiudica il Premio: Top Utility 2024
Giunta alla sua dodicesima edizione, Il Gruppo Iren si è aggiudicato il premio Top Utility Assoluto 2024 nell’ambito del convegno “Le utility, governare le complessità”, organizzato da ALTHESYS Strategic Consultants.
Energia
La squadra Iren corre con “Just The Woman I Am” a supporto della ricerca contro il cancro
L'obiettivo comune è raccogliere fondi per la ricerca contro il cancro attraverso una corsa/camminata di 5 km non competitiva.