Green

Con Jazz Festival e Iren, la musica arriva nell'impianto The Heat Garden

8 maggio 2024

In una location esclusiva si suona il jazz. Lo scorso 24 aprile il gruppo musicale Arcote Project si è esibito nella cornice di The Heat Garden, il progetto di architettura sostenibile realizzato dal Gruppo Iren.

 

Arcote Project, che si definisce “ensemble votato alla ricerca” ha fatto riecheggiare le sue sonorità nel peculiare impianto industriale che unisce natura e design.

 

L’ampio pubblico del Jazz Festival di Torino ha così potuto assistere all’evento “The Heat Garden Sound” in un posto diverso dal solito: l’occasione, infatti, è stata proficua anche per scoprire The Heat Garden e le sue caratteristiche. 

musicista

Sonorità jazz che uniscono l’onirico e il metropolitano

Un’esperienza unica e immersiva nella struttura che si radica nel quartiere San Salvario di Torino: la musica, composta da Johnny Lapio, è stata accompagnata dalla sua tromba, dal sax soprano di Francesco Partipilo, dal pianoforte di Lino Mei, dal contrabbasso di Michele Anelli, e dalla batteria di Davide Bono.

 

Per la composizione, Lapio ha proposto una sonorizzazione onirica. Insieme al sound sognante, l’impatto sonoro ha anche una vibe metropolitana, influenzata dai suoni di silos, ambienti naturali e suggestioni visionarie. 

iren

 

Iren, main partner del Festival, ha collaborato nella creazione dell’evento, oltre a mettere a disposizione la sua location esclusiva. L’architettura dell’impianto, che rappresenta un nuovo sistema di accumulo del calore a servizio della rete metropolitana di teleriscaldamento, è un perfetto esempio di integrazione tra elementi industriali, urbanistici e design. Come la musica, è capace di concentrare in unico spazio suggestioni diverse.

La location esclusiva TheHeat Garden di Iren al Torino Jazz Festival

The Heat Garden è un impianto che, oltre ad essere funzionale, è di grande impatto architettonicamente e dal punto di vista della sostenibilità.

 

Le pareti verdi migliorano il microclima locale e permettono di assorbire 25 tonnellate di CO2 l’anno: la struttura ospita terrazzi e giardini pensili - che occupano una superficie di oltre 2500 metri quadri - quasi 11mila tra piante e alberi, oltre a una serra di coltivazione, in una perfetta integrazione con il sistema di accumulo.

 

Nella sua struttura, così come nella sua apertura a nuovi eventi, The Heat Garden resta un luogo capace di prestarsi a obiettivi diversi: essere un luogo di sostenibilità concreta e avvicinarne le persone attraverso il loro coinvolgimento attivo.

L'articolo ti è piaciuto?
Ricevi la newsletter o iscriviti al canale Whatsapp!

Ricevi mensilmente la newsletter Everyday direttamente su Linkedin o ricevi aggiornamenti settimanali su Whatsapp: sarai aggiornato sulle ultime novità in tema di innovazione, economia circolare, scenari climatici e sfide legate alla sostenibilità. 

Potrebbe interessarti

Green
Iren sponsor di CinemAmbiente, ambiente e clima al centro del racconto cinematografico
Quest’anno sono ben 76 i film presentati da 27 Paesi, in rappresentanza di 4 continenti. Ecco quali sono i temi.
Green
Iren a Biennale Tecnologia per costruire “utopie realiste”, nel segno della sostenibilità
Il Gruppo sponsor dell’evento che mette al centro il rapporto tra tecnologia e società per costruire mondi muovi: ecco quali sono state le iniziative curate da Iren.
Green
Diffondere la cultura della sostenibilità attraverso l’arte: chi sono i vincitori di “Cabine d’artista”
Annunciati i vincitori del bando, promosso da IRETI, società del Gruppo Iren, e dalla Città di Torino, per raccontare i valori e le sfide della sostenibilità per la città.
Green
Iren vince il Premio Top Utility 2024
Un riconoscimento concreto dell’impegno del Gruppo nei servizi offerti ai territori e nella lungimiranza delle sue scelte strategiche.
Green
Iren e Altamin, un patto per il futuro energetico sostenibile
Sei licenze esplorative per il recupero di litio e potenzialmente di altri minerali strategici dalle salamoie geotermiche: ecco cosa prevede l’accordo.