Green

Formare i professionisti di domani: Iren con il Master SAFE in Gestione delle Risorse Energetiche

4 novembre 2022

Competenze specifiche e conoscenze approfondite per operare con efficacia nel settore di energia e ambiente: con questo obiettivo Iren è partner del Master SAFE in gestione delle risorse energetiche.
 

L’offerta accademica consente una formazione professionale completa in merito a sostenibilità ed economia circolare, così da rispondere in modo proattivo alla crescente richiesta di green jobs fondamentali per costruire il domani sostenibile.

 

 

Come si struttura il master e a chi si rivolge

La transizione energetica necessita di figure professionali con competenze diversificate e trasversali, non soltanto in ambito tecnico ma soprattutto in ambito gestionale e manageriale.
 

Il Master SAFE in Gestione delle Risorse Energetiche, progettato e realizzato con oltre 200 realtà del settore tra cui Iren, consente di acquisire le capacità tecniche necessarie e di potenziare le fondamentali soft skills – come team building, leadership e comunicazione - richieste oggi dalle principali aziende che operano sul mercato.
 

Il percorso di formazione prevede 6 mesi full time e, alla formazione in aula con 500 ore didattiche, affianca l’esperienza diretta in azienda con visite ai siti operativi e 300 ore di project work aziendali: lo scorso anno, ad esempio, cinque studenti hanno visitato l’impianto FORSU di Gavassa gestito da Iren e la partnership si è concretizzata in una serie di docenze a cura dei referenti aziendali sui temi ambientali e in un progetto collettivo sul tema del “Riutilizzo della Co2 nelle colture algali”.

 

Lo scopo è consentire, a partire da esperienze pratiche, lo sviluppo di una nuova classe di specialisti del settore energia, offrendo una completa formazione che vada ad analizzare ogni aspetto dello sviluppo sostenibile.

 

 

Perciò il percorso si apre a candidati provenienti da ambiti diversi e si rivolge a laureati e laureandi magistrali in una delle seguenti discipline: ingegneria, economia, matematica, fisica, chimica, statistica, geologia, giurisprudenza, scienze politiche e comunicazione. Un approccio trasversale per una formazione completa, capace di essere vincente in più contesti d’azione.

 

Quali sono le materie di studio

Sostenibilità, lotta al cambiamento climatico, economia circolare, fonti energetiche rinnovabili, idrogeno verde, rivoluzione digitale e industria 4.0, smart grids, smart cities, comunità energetiche rinnovabili, mobilità sostenibile: questi sono solo alcuni dei temi previsti dall’offerta formativa del master.
Il piano didattico, infatti, punta a coniugare gli aspetti del settore energeticoefficienza energetica, oil&gas, energia elettrica, fonti rinnovabili – agli ambiti di sviluppo sostenibile che si muovono parallelamente come l’applicazione dei principi dell’economia circolare alla gestione dei rifiuti e della risorsa idrica, lo sviluppo di nuove tecnologie che rendono le città più smart e l’implementazione di nuove forme di mobilità sostenibile.

All’approfondimento dei temi, si affianca la conoscenza del quadro strategico e normativo: alla fine del percorso gli studenti conosceranno il contesto geopolitico internazionale e gli scenari energetici, così da padroneggiarne i relativi contesti istituzionali e regolamentari.
 

Per iscriversi c’è tempo fino al 26 novembre: un’opportunità per partecipare in prima persona alla costruzione del domani sostenibile.

 

Potrebbe interessarti

Acqua

Che cos'è e a cosa serve un finanziamento Water Footprint: Iren prima in Italia a sottoscriverlo

Una nuova linea di credito da 50 milioni di euro, della durata di 5 anni, volta a migliorare l’uso sostenibile dell’acqua.
Rinnovabili

Idrogeno verde, vettore chiave per la transizione ecologica: quali sono i campi di applicazione e i vantaggi previsti

Protagonista indiscusso della decarbonizzazione, il vettore verde si presta nel breve futuro a rivoluzionare molti settori: dall’industria ai trasporti.
Energia

Il ruolo centrale delle rinnovabili per affrontare la crisi energetica

La transizione ecologica verso le rinnovabili è la strada più virtuosa per rendere l’Europa autosufficiente dal punto di vista energetico, evitando la fluttuazione dei prezzi: ecco perché.
Acqua

Circular water: il modello di gestione che valorizza la risorsa idrica e contrasta l'emergenza siccità

Un nuovo paradigma che punta a valorizzare l’acqua e attuare un’azione di contrasto al calo delle risorse.
Green

Green jobs: cosa sono e perché sono fondamentali per costruire il domani sostenibile

Il mercato del lavoro si trasforma e nuove professioni diventano sempre più centrali per lo sviluppo sostenibile.
Green

Crediti di carbonio: come funzionano i token per azzerare la produzione di gas serra

Investire in progetti green permette di compensare le emissioni di CO2: uno strumento valido e innovativo per aiutare le aziende a raggiungere la carbon neutrality.