Green

Aperte le iscrizioni per il contest Eduiren "Planet fan"

11 dicembre 2022

 

Conciliare la diffusione della cultura della sostenibilità e le potenzialità del linguaggio digitale: con questo obiettivo Eduiren – il settore educational del Gruppo Iren -  lancia il concorso Planet fan.

 

Il contest promuove la creatività degli studenti incoraggiandoli ad assumere il ruolo di comunicatori della scienza e green influencer attraverso i mezzi di comunicazione nel campo dell'audiovisivo. 

 

In questo modo le giovani generazioni diventano sin da subito parte attiva nel sensibilizzare il pubblico dei pari e il grande pubblico, promuovendo un approccio trasformativo e responsabile:  le iscrizioni sono aperte fino al 31 gennaio 2023 e si rivolgono a  tutte le scuole secondarie di tutta Italia, interessate a ravvivare e diversificare il programma scolastico con un’occasione di confronto tra gli studenti e i professionisti del settore green e del digital marketing,  integrando l’offerta didattica con un percorso formativo che avvicina adulti e giovani alla tutela dell’ambiente nel segno della creatività. Ecco come si articolerà il progetto.

 

Com’è strutturato il contest Planet fan

 

Con il contest Planet fan alunni e docenti vengono coinvolti in un progetto collettivo di formazione e produzione di contenuti focalizzato sul tema della transizione ecologica e sulla centralità dell’economia circolare. Lo scopo è utilizzare il linguaggio digitale – già familiare ai più giovani - a scopo divulgativo e consentire agli studenti di vestire i panni di green influencers: anche i più giovani si fanno così promotori di un’efficace attività di sensibilizzazione sui temi della sostenibilità.

 

Utilizzando i mezzi di comunicazione dell’audiovisivo i partecipanti vestono i panni di comunicatori scientifici, realizzando un prodotto di comunicazione inedito che miri a divulgare le buone pratiche della sostenibilità attraverso modalità di comunicazione semplici e immediate, a misura di web.

 

Sono previste due categorie di partecipazione a seconda del diverso grado scolastico: agli studenti di secondaria di primo grado è richiesta la produzione di un video di sensibilizzazione ambientale. Agli studenti di secondaria di secondo grado invece è affidato il compito di creare prodotti di comunicazione appositamente pensati per i canali social.

 

A tale scopo i partecipanti saranno guidati con un percorso di accompagnamento alla progettazione della proposta finale, supportati da incontri formativi e approfondimenti tecnici riguardo i linguaggi multimediali e i temi ambientali: a formare gli studenti saranno comunicatori scientifici e giornalisti, educatori ed esperti nel settore ambientale e digitale.

 

Come iscriversi al contest

Partecipare al contest è semplicissimo: è sufficiente che un insegnante, il referente, rappresenti la propria scuola e proceda con la candidatura entro il 31 gennaio 2023.

 

L’insegnante referente riceve i link per partecipare con i propri studenti ai webinar del percorso formativo di supporto e accede a un ambiente virtuale per scaricare materiali e linee guida di supporto e interagire con i tutor del progetto. 

Per agevolare la conoscenza del contest e approfondire le modalità di partecipazione è possibile partecipare all'incontro informativo online previsto per mercoledì 18 gennaio, iscrivendosi da questa pagina.

 

Il percorso si struttura come una vera e propria offerta didattica interattiva e integrata: le attività curate da G-Lab di Fondazione Golinelli, ente accreditato dal Ministero dell’Istruzione, uniscono le conoscenze scientifiche a quelle comunicative.

 

Un obiettivo che si muove in sinergia il percorso scolastico: per questo motivo le scuole iscritte possano accedere al programma di formazione con gli esperti durante le ore scolastiche, promuovendo l’educazione civica e ambientale nell’offerta didattica.

 

Il primo webinar di formazione - “Le sfide della comunicazione ambientale” -  è previsto per l’11 gennaio: con Andrea Vico, giornalista scientifico che da 35 anni si occupa di comunicazione ambientale, i partecipanti impareranno a conoscere come lavorano gli scienziati e come individuare informazioni affidabili, non deviate da interessi di parte o da manipolazioni. Una nuova dimestichezza con la scienza, indispensabile per comprendere la crisi climatica in atto. 

 

Chi si iscriverà al contest in data successiva, potrà recuperare gli incontri formativi grazie a videoregistrazioni che verranno rese disponibili: dopo l’iscrizione c’è tempo fino al 30 aprile per inviare le proposte. Le vincitrici, una per categoria, riceveranno un premio del valore di 1500€. Un’occasione da non perdere nel segno della sostenibilità. 

 

Potrebbe interessarti

Green

Gestione rifiuti a Parma e Piacenza: Atersir affida a Iren la concessione

L’affidamento complessivo riguarda in totale 89 comuni e nuovi obiettivi consolidano l’impegno di Iren Ambiente nel territorio emiliano.
Green

PNRR, Iren ottiene 85 milioni di euro per la transizione ecologica

I progetti presentati da Iren e i finanziamenti ottenuti dal programma di ripresa e resilienza.
Acqua

Iren e Mekorot, protocollo d’intesa per la gestione virtuosa delle risorse idriche

L’accordo sancisce la condivisione delle rispettive conoscenze industriali e delle best practice nel settore idrico.
Innovazione

Iren con HumanAlze, Master Interuniversitario di II livello

Le scienze umane e sociali per l’intelligenza artificiale: Iren con HumanAlze, Master Interuniversitario di II livello.
Green

Le 12 Sfide ESG di Iren per il 2023

Il Gruppo Iren ha lanciato a Genova durante la ESG Challenge 2023 una serie di sfide sulla quale l'azienda vuole incidere nel breve termine