Acqua

Bandiere Blu 2023: Liguria prima in classifica, la cura del territorio premia

3 agosto 2023

Non solo mare pulito ma anche educazione ambientale dei cittadini, accessibilità e aree verdi. I tanto attesi vessilli blu sono stati assegnati e anche quest’anno l’Italia viene premiata.

 

Il programma internazionale Bandiere Blu, guidato dalla Foundation for Environmental Education (FEE) e giunto alla sua 37esima edizione, assegna il suo riconoscimento di qualità ambientale alle località che hanno lavorato a migliorare la qualità delle acque oltre che la pulizia delle spiagge.

 

L’Italia quest’anno può vantare circa 226 località, 16 comuni in più rispetto al 2022, con 458 spiagge certificate, pari a circa un quarto delle spiagge italiane. Un segno distintivo del turismo sostenibile e di qualità su cui sta puntando il nostro Paese per rilanciare il settore dopo la battuta di arresto degli ultimi anni.

 

Salda al primo posto resta la Liguria, che segna 2 nuovi ingressi e raggiunge 34 tratti di costa premiati, seguita dalla Puglia.

la spiaggia di Monterosso al Mare

Il primato ligure e l’impegno di Iren

La Liguria è anche quest’anno la prima classificata in Italia. Con 34 località Bandiera Blu, 12 in più rispetto alla seconda regione della lista, la Puglia, resta la più premiata.

 

Seguono, la Campania, la Toscana e la Calabria, con 19 bandiere. Le Marche salgono a 18, con un nuovo ingresso, mentre la Sardegna conferma le sue 15. In settima e ottava posizione ci sono poi la Sicilia, con 11 bandiere, e il Lazio che ne totalizza 10.

I criteri da rispettare per posizionarsi alti in classifica sono 32 e vengono aggiornati periodicamente in modo da spingere le amministrazioni locali partecipanti ad impegnarsi per risolvere, e migliorare nel tempo, le problematiche relative alla gestione del territorio. Ad essere premiata è la salvaguardia dell’ambiente nel suo complesso, che passa dal grado di funzionalità degli impianti di depurazione, alla gestione dei rifiuti, dalla mobilità sostenibile alla valorizzazione delle aree naturalistiche.

 

Il territorio ligure, in questo senso, custodisce la maggior parte delle spiagge e degli approdi turistici che si distinguono per sostenibilità.

 

E proprio in questa regione il Gruppo Iren risulta particolarmente attivo per i servizi sul territorio inerenti all’acqua. Dei 34 comuni liguri premiati, 20 località - tra cui tutte quelle nei comuni di Genova e La Spezia - sono servite da Iren, che svolge un importante lavoro di depurazione e miglioramento costante della qualità delle acque marine dei territori in cui opera.

 

Un traguardo non da poco, soprattutto se si considera l’importanza della Bandiera Blu e quanto essa indichi un progetto reale di cura del territorio.

Bandiera Blu: un premio storico che riconosce la cura del territorio

Bandiera Blu è un riconoscimento internazionale, istituito nel 1987, in occasione dell’anno europeo dell’Ambiente. Il premio viene assegnato ogni anno alle spiagge di tutto il mondo, secondo i criteri scelti dalla Foundation for Environmental Education (FEE).

 

Organizzazione internazionale non governativa e no-profit, la FEE è riconosciuta dall’UNESCO come leader mondiale nel campo dell’educazione ambientale e dell’educazione allo sviluppo sostenibile. L'obiettivo principale dei programmi della Fondazione è la diffusione delle buone pratiche per la sostenibilità ambientale, attraverso molteplici attività di educazione e formazione.

 

Oggi sempre più località si avvicinano al percorso facendo una chiara scelta di sostenibilità.  Al cuore del riconoscimento c’è la cura e la gestione sostenibile del territorio.

 

Per meritare il premio ogni località deve dare dimostrazione dell'eccellente qualità delle proprie acque negli ultimi quattro anni. Ma non solo: infatti, da quest’anno, per ottenere la Bandiera Blu le località devono essere anche accessibili e inclusive, estendendo così il concetto di sostenibilità. Non a caso, il programma della FEE mette al centro la persona, l’ambiente e il rapporto sano tra di essi.

 

Sul sito web della Fondazione si legge: “Educhiamo a proteggere. Proteggere non soltanto l’ambiente, ma anche le persone che lo abitano, le comunità che dipendono da esso, le imprese che vi traggono profitto e gli ecosistemi che fanno in esso affidamento”. 

L'articolo ti è piaciuto?
Iscriviti alla newsletter!

Ricevi mensilmente la newsletter Everyday direttamente su Linkedin: sarai aggiornato sulle ultime novità in tema di innovazione, economia circolare, scenari climatici e sfide legate alla sostenibilità

Potrebbe interessarti

Green

Il Gruppo Iren si aggiudica il Premio: Top Utility 2024

Giunta alla sua dodicesima edizione, Il Gruppo Iren si è aggiudicato il premio Top Utility Assoluto 2024 nell’ambito del convegno “Le utility, governare le complessità”, organizzato da ALTHESYS Strategic Consultants.
Green

Grattacielo di Reggio Emilia, conclusi i lavori di riqualificazione: la nuova vita dell’edificio simbolo

Il progetto ha riguardato interventi strutturali locali e di efficientamento energetico, nel segno della sostenibilità.
Energia

La squadra Iren corre con “Just The Woman I Am” a supporto della ricerca contro il cancro

L'obiettivo comune è raccogliere fondi per la ricerca contro il cancro attraverso una corsa/camminata di 5 km non competitiva.
Energia

A Torino due nuove cabine primarie contro i black-out

Le due cabine primarie si aggiungeranno alle undici già presenti in città grazie a un investimento di 47 milioni di euro.
Green

Recupero RAEE a basso impatto ambientale: Iren realizza in Valdarno il primo impianto con processo idrometallurgico

Ogni anno, l'impianto produrrà oltre 200 kg di oro e altrettanti di argento, rame e palladio.
Innovazione

App Iren Ambiente, sostenibilità a portata di tap

Tutti i servizi e le funzionalità dell’app che consente di mettere in atto la sostenibilità nelle azioni quotidiane.