Green

Raccolta differenziata: come organizzarla con Il Rifiutologo

5 maggio 2022

 

La gestione quotidiana dei rifiuti domestici è tra le principali necessità delle comunità cittadine e coinvolge in linea diretta ogni abitante, chiamato a mettere in atto semplici ma fondamentali regole che assicurino il mantenimento di un ambiente sano in cui vivere.

 

La raccolta differenziata è il primo passaggio del ciclo integrato dei rifiuti, un processo virtuoso che permette lo smaltimento o il riutilizzo etico dei rifiuti. Se ben gestiti, gli scarti possono essere smaltiti con successo, riducendo al minimo l’impatto sull’ambiente. Per far sì che ciò avvenga, il passaggio essenziale risiede proprio nel corretto processo di smistamento e catalogazione dei rifiuti, destinati agli appositi contenitori.

 

 

Che cos’è il ciclo integrato dei rifiuti e perché include la raccolta differenziata 

Il ciclo integrato dei rifiuti rappresenta il complesso delle attività volte ad ottimizzare la gestione dei rifiuti. Per rendere il processo virtuoso e sostenibile dal punto di vista ambientale, la Comunità Europea -  con la Direttiva del Parlamento Europeo 2018/851 -  ha definito una strategia integrata di intervento a cinque livelli, che rappresentano le priorità di intervento a cui ciascuno Stato membro deve attenersi nell'impostare una corretta politica di gestione rifiuti: riduzione della produzione dei rifiuti; riutilizzo dei prodotti, recupero di materia, recupero di energia e, solo come ultima e residuale alternativa, lo smaltimento in discarica. 

Questa impostazione del ciclo integrato dei rifiuti permette di conseguire un'economia di tipo circolare, capace di creare nuovo valore dagli scarti ed estendere il ciclo di vita dei prodotti. Per far sì che ciò avvenga, la raccolta differenziata è fondamentale: fase iniziale del processo, raggruppa i rifiuti urbani in base alla loro tipologia (carta, plastica, vetro, alluminio, frazione organica) e ne agevola il loro passaggio verso il riciclo, con conseguente riutilizzo delle materie prime. 

 

Il ciclo integrato dei rifiuti rappresenta il complesso

delle attività volte ad ottimizzare la gestione dei

rifiuti. 

 

Rifiutologo: che cos’è e come agevola la raccolta differenziata

 

La raccolta differenziata parte dai nuclei familiari che, con il loro lavoro di selezione, si affermano come parte integrante della catena ecologica. Per organizzare la raccolta differenziata in casa in modo chiaro e semplice, il Rifiutologo di Iren – disponibile in cinque lingue - si propone come una guida di facile consultazione: attraverso un’immediata lettura, è possibile conoscere come conferire correttamente le diverse tipologie di rifiuti. Che si tratti di amianto, bottiglie in bio-plastica, alberi di Natale o candele, con il Rifiutologo si può sapere con certezza quali siano i rifiuti riciclabili e non: dall’ultimo maglione dismesso, agli oli esausti che, una volta riciclati, possono diventare base per asfalti, bitumi o collanti.

 

Inoltre, per i comuni in cui il servizio di gestione dei rifiuti di Iren è attivo, sono indicate informazioni utili sulle aree per lo smaltimento più vicine o sul CAM - Centro Ambientale Mobile: un container attrezzato itinerante che, oltre a raccogliere quei rifiuti che non possono essere conferiti nei cassonetti, è utilizzato per svolgere attività di sensibilizzazione e di educazione ambientale nelle scuole e durante gli eventi cittadini.

 

È possibile consultare il Rifiutologo e tutte le informazioni inerenti al conferimento dei rifiuti selezionando la propria provincia di appartenenza alla voce Raccolta differenziata sulla pagina dedicata alla Raccolta Rifiuti di Iren.

 

Praticità e informazione, per svolgere la raccolta differenziata al meglio: l’opuscolo pensato da Iren punta a chiarire le buone pratiche per vivere una vita a zero rifiuti e, allo stesso tempo, fornire con chiarezza le regole per la preparazione e lo smaltimento dei rifiuti di qualsiasi tipologia. Il Rifiutologo di Torino, ad esempio, contiene indicazioni riguardo la modalità di preparazione dei materiali speciali per la raccolta presso gli ecopunti; le regole da rispettare per la raccolta porta a porta e quelle per la consegna dei rifiuti elettrici ed elettronici di piccole dimensioni. Nella guida destinata ai comuni dell’Emilia-Romagna, invece, sono presenti tutte le regole che riguardano il ritiro porta a porta dei rifiuti ingombranti e lo smaltimento di materiali particolari come farmaci, olio esausto o abiti usati.

La raccolta differenziata, svolta correttamente, è un atto di cura verso la propria comunità di appartenenza e dei territori abitati: consente di ridurre in modo decisivo lo sfruttamento delle risorse ambientali, la dispersione energetica e recuperare territori verdi altrimenti destinati a discariche. Per questo, usufruire degli strumenti che ne possono agevolare l’organizzazione, permette di fare la differenza e acquisire uno stile di vita sempre più sostenibile a garanzia degli equilibri naturali e di una buona qualità della vita. 

Potrebbe interessarti

Energia

La rigenerazione dello stand Iren al Salone Terra Madre, esempio concreto di economia circolare

Una nuova vita per i materiali riutilizzabili che hanno composto lo stand Iren. esempio virtuoso di rigenerazione.
Green

Termovalorizzatori: cosa sono e a cosa servono?

Grazie ai termovalorizzatori è possibile ricavare energia e calore dalla combustione dei rifiuti: il divulgatore scientifico Andrea Moccia di Geopop spiega come.
Energia

Che cos'è e come funziona il Bonus Teleriscaldamento

Il Gruppo Iren a sostegno dei cittadini contro il caro energia: lo sconto in bolletta per il teleriscaldamento previsto anche per la stagione termica in corso.
Green

Qualità della vita, il debutto degli indici di sostenibilità guida le classifiche

La salute ambientale e le buone pratiche di sostenibilità fotografano la qualità della vita nelle città italiane.
Green

Vero o finto? L'impatto ambientale dell'albero di Natale

Più della metà degli italiani acquista un albero sintetico: ecco i parametri da valutare per capire se è una scelta sostenibile.
Energia

Risparmio energetico: quali sono gli elettrodomestici che consumano di più in stand-by

Lasciare i dispositivi in modalità inattiva incide in modo considerevole sui consumi. Ogni anno si potrebbe risparmiare moltissimo.