Green

Isole green e senza auto: le più belle da visitare in Italia e nel mondo

11 agosto 2022

 


Le vacanze sono fatte per staccare la spina, dimenticare la routine e immergersi in posti magici, tra mare e natura. Per un relax ancor più completo l’ideale sarebbe una meta senza il traffico cittadino, lontana dallo smog e dall’inquinamento acustico provocato dai clacson.
Può sembrare un’utopia e invece esistono piccole isole dove sono vietati i veicoli a motore. In queste isole la circolazione è permessa ai soli mezzi leggeri e non c’è turismo di massa: ci si sposta a piedi, in bici o con una macchinetta elettrica perché di piccole dimensioni. Ma quali sono e dove si trovano questi luoghi, dove non esiste lo stress per la ricerca del parcheggio?


Grecia, Croazia, Francia, Stati Uniti
ma anche Italia, ecco alcune isole sostenibili senza auto dove trascorre vacanze in piena quiete. Si tratta di zone con eccellenti acque di balneazione. L’Italia può vantare circa 210 destinazioni, 14 in più rispetto al 2021, con 427 spiagge certificate (nel 2021 erano 416). Un segno distintivo del turismo sostenibile e di qualità su cui sta puntando il nostro Paese per rilanciare il settore dopo la battuta di arresto degli ultimi anni. 

 

Può sembrare un’utopia e invece esistono piccole isole dove sono vietati i veicoli a motore. 

In Italia

Marettimo, l’isola dell'arcipelago delle Egadi

In Sicilia, a Marettimo, isola appartenente all'arcipelago delle Egadi, ci si sposta solo a piedi. Il centro storico del paese è talmente piccolo, 1 km circa, che si visita facilmente passeggiando. Se ci si vuole spostare da un lato all’altro dell’isola è possibile usufruire dei taxi via mare.

Forse l’Itaca di Ulisse, Marettimo è considerata una sorta di isola sacra e magica per via della sua natura selvaggia e incontaminata. Qui si possono organizzare escursioni sia sui monti che in mare, immergendosi nelle acque cristalline alla scoperta delle grotte e delle insenature presenti.

In Europa

 

L'isola di Idra in Grecia 

 

In questo posto incantato e caratterizzato dal fascino di un'isola rimasta ferma in un tempo passato è possibile incontrare muli e asinelli, i principali mezzi di locomozione. Per visitare l’Isola di Idra ci si muove a piedi o in bici, rispettando il ritmo lento del luogo. Tra i vicoli dell’isola si possono ammirare le nobili dimore estive degli aristocratici e borghesi ateniesi o fare shopping nelle eleganti boutique. Lungo i suoi 20 km di costa si possono vedere panorami unici che hanno conquistato star come Sofia Loren, Mike Jagger e Leonard Cohen. 

Croazia, le isole senza auto

In Croazia ci sono diverse isole dove le auto non possono circolare. Ne è un esempio, la piccolissima isola di Prvić nell’arcipelago di Sibenik.

Qui vivono poco più di 400 abitanti ed è possibile immergersi in un’atmosfera lontana dalla vita caotica, per un autentico relax. 

Anche l’isola di Susak, dell’arcipelago di Cres e Lussino, si esplora soltanto a piedi perché non esistono strade ma solo sentieri. Il suolo, dalla base calcarea, si compone di sabbia mescolata a conchiglie ed è per questo motivo che l’isola è soprannominata “l’isola di sabbia”. 

Con le sue magnifiche spiagge di sabbia bianca finissima, le colline verdi e l’azzurro del mare che la bagna, l’isola di Mezzo è una meta turistica ideale per chi cerca un po’ di pace in un luogo paradisiaco. Anche qui le auto sono vietate. 

 

Francia, l’isola di Porquerolles

 

Con i suoi 200 abitanti, l’isola di Porquerolles rappresenta la punta di diamante della Provenza, meta estiva dei francesi e non solo. L’isola nel Sud della Francia è del tutto sostenibile con norme per la sua tutela ambientale. Le gite in bici per ammirare il panorama dalle scogliere e le passeggiate per raggiungere le spiagge sono alcune delle attività che è possibile svolgere in queto paradiso incontaminato. Le auto non circolano e le strutture turistiche per pernottare sono quasi del tutto assenti, una scelta contro la cementificazione, lo sfruttamento edilizio e lo sviluppo insostenibile. 

 

 

Nel Mondo

 

Australia, Isola di Maria

 

Per chi desidera davvero fuggire dalla civiltà, l’isola di Maria in Australia, a largo della Tasmania, è l’ideale. Qui non esistono strade asfaltate ma solo sentieri e percorsi per bici, che si possono anche noleggiare. L’ideale per gli escursionisti e per chi ama l’avventura.

Stati Uniti, vacanze car free

Situata al largo della costa di Long Island, a New York, Fire Island è un’isola raggiungibile in traghetto e percorribile poi solo a piedi, in bici o con i cart. L’isola, con le sue otto miglia di riserva naturale, era considerata un luogo di libertà durante gli anni Settanta ed è qui che Truman Capote trovò l’ispirazione per scrivere Colazione da Tiffany e vi villeggiavano Luciano Pavarotti, Liza Minnelli, Peter Allen, Yoko Ono, Calvin Klein e Michael Bennet.

Le spiagge sono bellissime ma l’acqua fredda dell’Oceano è solo per i temerari.

Sulla costa della North Carolina, invece, c’è l’isola Bald Head Island, selvaggia e subtropicale, con foreste di palme e turisti che amano giocare a golf. Non ci sono automobili, quindi niente clacson e ingorghi ma solo pace e tranquillità.

Potrebbe interessarti

Green

Trasporto pubblico flessibile e sostenibile: le navette a guida autonoma arrivano a Torino con il progetto SHOW

Dal capoluogo piemontese la prima sperimentazione di trasporto pubblico a guida autonoma in Italia
Green

Vacanze sostenibili: gli accessori green da mettere in valigia

Gli oggetti indispensabili da portare in viaggio per un turismo responsabile e nel pieno rispetto dell’ambiente
Green

Bandiere Blu 2022: quali sono le spiagge più sostenibili d'Italia

Anche per quest’anno il mare italiano è tra i più belli e puliti. 210 località si sono aggiudicate il riconoscimento di Bandiera Blu
Green

Orti urbani: cosa sono e perché fanno bene all'ambiente

Riscoprire gli spazi della città e dedicarli all’agricoltura: così le città diventano più sostenibili e inclusive.
Acqua

Emergenza siccità: da dove nasce e quali sono le sue conseguenze?

Nelle ultime settimane stiamo affrontando una delle più gravi crisi idriche in Italia ed Iren è scesa in campo per fronteggiare l’emergenza