Green

The Heat Garden: un'eccellenza di innovazione e sostenibilità all'Open House Torino

10 giugno 2024

L'evento Open House Torino, anche quest’anno, ha aperto le porte di oltre 150 edifici solitamente non accessibili. Tra le novità di questa edizione, si distingue il coinvolgimento di The Heat Garden, un progetto innovativo e sostenibile realizzato dal Gruppo Iren.

Questo impianto di accumulo del calore, progettato dall'architetto Luciano Pia, integra terrazzi e giardini pensili con 21.000 piantumazioni, combinando estetica e funzionalità. Partecipare a Open House Torino ha permesso ai cittadini di scoprire come architettura e tecnologia possano lavorare insieme per un futuro più verde.

Cos'è Open House Torino

Open House Torino è un evento annuale che permette al pubblico di esplorare gratuitamente edifici storici, moderni e contemporanei della città, solitamente non accessibili.

L'iniziativa promuove la cultura architettonica e urbanistica, offrendo ai visitatori un'opportunità unica di scoprire il patrimonio edilizio di Torino, attraverso visite guidate, tour tematici e incontri con esperti del settore. 

the heat garden

The Heat Garden, esempio di sostenibilità e innovazione

Quest'anno l'evento ha incluso oltre 150 edifici e 12 tour gratuiti, offrendo un'esperienza immersiva nella storia e nell'innovazione architettonica della città.

The Heat Garden, tra le strutture protagoniste di Open House Torino, rappresenta una sintesi perfetta tra architettura e sostenibilità. Situato a San Salvario, Torino, è un sistema di accumulo del calore che non solo migliora l'efficienza energetica, ma contribuisce anche al miglioramento ambientale della zona.

Il progetto prevede l'uso di terrazzi e giardini pensili con 21.000 piantumazioni, creando un'oasi verde che integra la tecnologia avanzata di Iren con un impatto visivo e ambientale positivo.

 

La struttura non solo immagazzina calore per la rete metropolitana di teleriscaldamento, ma promuove una nuova prospettiva sull’energia, unendo le risorse rinnovabili con il miglioramento dell’efficienza energetica: per questo motivo The Heat Garden non è solo un impianto tecnologico, ma un esempio di come l'innovazione possa armonizzarsi con la natura.

 

Sui canali social del Gruppo Iren tutti gli appuntamenti da non perdere per avere l’occasione di visitare l’impianto. Navigando il sito Eduiren, invece, la sezione visita gli impianti illustra le opportunità per visitare le strutture del Gruppo Iren e conoscere da vicino il loro lavoro.

L'articolo ti è piaciuto?
Ricevi la newsletter o iscriviti al canale Whatsapp!

Ricevi mensilmente la newsletter Everyday direttamente su Linkedin o ricevi aggiornamenti settimanali su Whatsapp: sarai aggiornato sulle ultime novità in tema di innovazione, economia circolare, scenari climatici e sfide legate alla sostenibilità. 

Potrebbe interessarti

Green
Iren lancia l’osservatorio RigeneRare, un Hub sull'economia circolare delle materie prime critiche
L’obiettivo è sviluppare tecnologie avanzate di recupero e riciclo, instaurando una filiera nazionale resiliente che supporti un approvvigionamento sicuro e diversificato.
Green
Iren Riceve il Premio “PIMBY Green 2024” per il Progetto "The Heat Garden"
The Heat Garden rappresenta un nuovo modo di concepire l'energia, combinando risorse rinnovabili con un miglioramento dell'efficienza energetica.
Green
Iren luce gas e servizi inaugura un nuovo impianto sportivo nel cuore di Genova
La creazione del nuovo impianto sportivo di Valletta Cambiaso si inserisce in un più ampio progetto volto a migliorare gli impianti sportivi di Genova, portando benefici duraturi alla comunità.
Green
Transizione ecologica e crescita sostenibile, la visione strategica di Iren nell’aggiornamento del Piano industriale 2024-2030
L'aggiornamento del piano industriale di Iren prevede investimenti lordi per 8,2 miliardi di euro, con il 60% destinato a investimenti di sviluppo e il 40% a mantenimento.
Green
Iren sponsor di CinemAmbiente, ambiente e clima al centro del racconto cinematografico
Quest’anno sono ben 76 i film presentati da 27 Paesi, in rappresentanza di 4 continenti. Ecco quali sono i temi.