Innovazione

ARERA, al Gruppo Iren 1,9 milioni di euro per lo sviluppo di progetti innovativi nella gestione delle reti gas

15 gennaio 2024

 

Valorizzare progetti particolarmente innovativi nella gestione delle infrastrutture del settore del gas naturale: con questo obiettivo ARERA - Autorità di regolazione per energia reti e ambiente ha premiato Ireti Gas, società del Gruppo Iren, con 1,9 milioni di euro di contributi.

 

Puntare sulla decarbonizzazione delle reti del gas è la mission comune dei progetti a cui saranno indirizzati i finanziamenti: ecco cosa prevedono.

 

ireti

Un nuovo impianto per migliorare la gestione del flusso di materia

Il primo progetto prevede la realizzazione di un nuovo impianto finalizzato al processo di Reverse-Flow che consiste nel comprimere il biometano non consumato su una rete di distribuzione per poi iniettarlo nella rete a pressione superiore. Tutto ciò permette di “redistribuire” il gas verde su una zona di consumo più lontana.

 

Grazie a questo impianto sarà infatti possibile rendere bi-direzionale il flusso di materia prima tra la rete Snam e la rete di distribuzione di gas naturale di Reggio Emilia, migliorandone l’efficienza anche attraverso l’adozione di metodi innovativi di gestione dinamica e predittiva dei flussi. Inoltre il progetto permetterà di abilitare e incrementare la capacità di re-immissione di gas rinnovabile con modalità distribuita lungo le reti di distribuzione già esistenti verso le reti di trasporto. Non solo: la quota parte di miscela di gas re-iniettato potrà indifferentemente essere composta da gas naturale, mix di gas naturale e biometano e blend di gas naturale e idrogeno, risultando pertanto hydrogen ready. Ovvero pronta a trarre i vantaggi dalle tecnologie dell'idrogeno.

 

In-grHYd, il progetto che punta a decarbonizzare le reti

Il secondo progetto premiato, denominato “In-grHYd”, è un progetto pilota che ha la finalità di sperimentare una modalità scalabile di decarbonizzazione parziale nelle infrastrutture per la distribuzione mediante l’utilizzo di una miscela di gas naturale e idrogeno rinnovabile prodotto per elettrolisi in sito. 

 

Più nello specifico, la miscela verrà utilizzata in alcuni processi legati alle stazioni di controllo della pressione e di misura del gas, con l’obiettivo di testare contestualmente una micro-rete di distribuzione locale: in questo modo si potranno valutare l’affidabilità e la resistenza dei materiali e delle apparecchiature installati, testandone le caratteristiche tecniche durante tutto il periodo di sperimentazione.

 

Con questo importante riconoscimento, il Gruppo Iren continua a dimostrare il suo impegno verso l’innovazione e la sostenibilità nel settore energetico, contribuendo alla trasformazione delle infrastrutture di gas naturale e alla costruzione del domani sostenibile.

 

L'articolo ti è piaciuto?
Iscriviti alla newsletter!

Ricevi mensilmente la newsletter Everyday direttamente su Linkedin: sarai aggiornato sulle ultime novità in tema di innovazione, economia circolare, scenari climatici e sfide legate alla sostenibilità

Potrebbe interessarti

Green
Iren sponsor di CinemAmbiente, ambiente e clima al centro del racconto cinematografico
Quest’anno sono ben 76 i film presentati da 27 Paesi, in rappresentanza di 4 continenti. Ecco quali sono i temi.
Green
Iren a Biennale Tecnologia per costruire “utopie realiste”, nel segno della sostenibilità
Il Gruppo sponsor dell’evento che mette al centro il rapporto tra tecnologia e società per costruire mondi muovi: ecco quali sono state le iniziative curate da Iren.
Green
Diffondere la cultura della sostenibilità attraverso l’arte: chi sono i vincitori di “Cabine d’artista”
Annunciati i vincitori del bando, promosso da IRETI, società del Gruppo Iren, e dalla Città di Torino, per raccontare i valori e le sfide della sostenibilità per la città.
Green
Iren vince il Premio Top Utility 2024
Un riconoscimento concreto dell’impegno del Gruppo nei servizi offerti ai territori e nella lungimiranza delle sue scelte strategiche.
Green
Iren e Altamin, un patto per il futuro energetico sostenibile
Sei licenze esplorative per il recupero di litio e potenzialmente di altri minerali strategici dalle salamoie geotermiche: ecco cosa prevede l’accordo.