Energia

A come autolettura: perché è importante comunicarla

7 maggio 2022

 

Per monitorare e tenere sotto controllo i consumi di luce, gas e acqua in casa è necessario effettuare periodicamente l'autolettura dei contatori. L'operazione, facile da compiere, non richiede particolari competenze da parte dell'utente: comunicare i reali dati di consumo è semplice e permette di mantenere un profilo di consumo rispondente alle reali abitudini domestiche.

 

 

Che cos’è l’autolettura

L’autolettura dei contatori è la lettura autonoma - da parte dell’utente - dei valori indicati sui contatori di energia elettrica, gas e acqua e la successiva comunicazione degli stessi al fornitore. Fa riferimento a un periodo di tempo prestabilito, indicato dal gestore delle utenze.

L'operazione è semplice da effettuare, grazie alle funzionalità dei contatori attuali che permettono in modo immediato e intuitivo di individuare i valori di riferimento. Sui contatori elettronici di ultima generazione, ad esempio, basta premere più volte il tasto posto accanto al display, sino a visualizzare la dicitura “Lettura Periodo Corrente”.

L’ammodernamento del parco contatori di energia elettrica ad esempio - di cui Iren è protagonista con IRETI - rappresenta un intervento che si muove in questa direzione: aumentare la proattività dei clienti finali e la consapevolezza dei propri consumi, grazie alle nuove funzionalità e ai vantaggi offerti dall’ultima generazione dei contatori intelligenti. La sostituzione del tradizionale parco contatori con i nuovi smart meter 2G consente, infatti, un monitoraggio più efficiente e facilita la gestione dei consumi di energia elettrica delle famiglie e delle imprese.

L’autolettura dei contatori è la lettura autonoma - da parte dell’utente - dei valori indicati sui contatori di energia elettrica, gas e acqua e la successiva comunicazione degli stessi al fornitore. 

Perché è importante comunicare l’autolettura

Comunicare l’autolettura è importante perché se la società fornitrice non riesce a rilevare i consumi reali in telelettura - e se il cliente non effettua alcuna comunicazione di autolettura – la bolletta viene calcolata secondo i consumi stimati. 

 

Questi ultimi si basano su alcuni parametri relativi ai consumi precedenti realizzati dallo stesso cliente: perciò, l’importo della successiva bolletta non corrisponderà ai consumi reali effettuati, ma alla stima calcolata utilizzando tutte le letture o autoletture precedenti e validate.

Comunicare l’autolettura al gestore fa sì che quest’ultimo possa formulare le bollette in modo coerente ai valori reali: se il calcolo della bolletta sulla base di consumi stimati si protrae per un lungo periodo di tempo (per diversi mesi e quindi per numerose bollette), la differenza tra consumi stimati e consumi effettivamente realizzati può farsi molto consistente. Per questo, basta una piccola accortezza per evitarlo: effettuare l’autolettura e comunicarla per tempo. Con Iren, è possibile farlo comodamente da smartphone, attraverso l’app IrenYou.

Potrebbe interessarti

Green

Mobilità e impatto ambientale: i mezzi di trasporto meno inquinanti

5 soluzioni per spostarsi in modo intelligente ed ecologico.
Green

Risparmio energetico: come ridurre i consumi in estate

7 consigli per ottimizzare i consumi d’energia e tutelare l’ambiente.
Green

Turismo responsabile: idee sostenibili per le tue vacanze

Relax, bici, natura, cibo locale e tradizionale, ecco come essere green anche in vacanza rispettando l’ambiente e le culture locali, senza rinunciare al divertimento.
Energia

Caro bollette: le 20 azioni indicate da ENEA per risparmiare e tutelare l'ambiente

La guida di ENEA per ridurre gli sprechi a partire da semplici gesti quotidiani.
Acqua

Risparmio idrico a casa tua: cosa fare per gestire i consumi

15 consigli per ridurre il consumo idrico in ambito domestico
Green

Come ridurre l'impatto ambientale dei tuoi spostamenti

Una mobilità sostenibile si basa su poche semplici regole da seguire: non solo l'utilizzo di auto e bici elettriche ma anche car sharing e car pooling.