Energia

Mobilità sostenibile: cosa sono e come funzionano i treni a idrogeno

22 settembre 2022

La mobilità come risorsa per l’ambiente e la comunità: il trasporto pubblico, in particolare quello su due ruote e su rotaia, necessità di essere decarbonizzato per far sì che non impatti sulla salute del Pianeta e, allo stesso tempo, consenta di spostarsi in modo efficiente e sostenibile.

In questa direzione, l’idrogeno verde può essere una valida risposta: fonte energetica pulita e dalle grandi potenzialità, può essere usato come rifornimento per i treni agevolando la riduzione di ingenti quantità di anidride carbonica immesse nell’atmosfera. In Europa sono già partite le prime sperimentazioni di treni a idrogeno e, anche il territorio italiano, sarà un importante banco di prova. 

 

Cosa sono i treni ad idrogeno e come funzionano

Nuova frontiera della mobilità sostenibile, i treni a idrogeno rappresentano l’evoluzione ecologica dei mezzi di trasporto su rotaie che in questi anni sono stati tradizionalmente alimentati dai combustibili fossili.
 

Si tratta di una nuova tecnologia di trasporto che permette ai vagoni di muoversi utilizzando interamente energia pulita, nel pieno rispetto dell’ambiente. L’idrogeno verde, infatti, è una fonte a zero emissioni, rinnovabile e anche molto efficiente: garantisce alte performance grazie alla capacità di trasportare molta energia per ogni chilo di carburante. Secondo le stime, un treno a idrogeno riesce a risparmiare in un anno 4.400 tonnellate di emissioni di CO2.

Ecco perché, attualmente, rappresentano una soluzione green all’inquinamento e al surriscaldamento del Pianeta.

 

Ma come funzionano? Sul tetto del convoglio viene installata una cella a combustione, nucleo di tutto il sistema, che permette di miscelare l’idrogeno situato nei serbatoi con l’ossigeno presente nell’ambiente. Le uniche emissioni che il treno verde emette sono vapore e acqua di condensa, due delle componenti che si producono dall’incontro dell’idrogeno con l’ossigeno nella cella a combustione: una mobilità 100% green ed eco-friendly

Quali sono i vantaggi dei treni a idrogeno

I treni a idrogeno aprono uno scenario tutto nuovo sul mondo dei trasporti. Un cambio di paradigma che registra come primo grande vantaggio l’abbattimento di una quantità notevole delle emissioni di gas serra, circa il 40%. Inoltre, qualora si andasse oltre l’idrogeno verde e si usasse anche quello grigio (così chiamato perché di derivazione fossile), si garantirebbe comunque meno inquinamento rispetto ai motori a gasolio che operano oggi sulle rotaie.

In un futuro non troppo lontano, in cui si stima che la produzione dell’idrogeno cresca ulteriormente, il costo del vettore green sarà molto basso e renderà questa fonte rinnovabile molto competitiva rispetto al diesel.

Un altro beneficio da non trascurare è il rifornimento: fare il pieno di idrogeno in un distributore del futuro sarà velocissimo. Serviranno pochi minuti così da ridurre quasi al minimo i tempi di fermo dei convogli, in grado di rimanere attivi per 18 ore consecutive prima di doversi fermare per il successivo rifornimento.
 

In alcuni Paesi europei, come ad esempio la Germania, i treni passeggeri a idrogeno sono già pienamente operativi e utilizzati regolarmente dai viaggiatori. Nel Regno Unito e in Francia sono state fatte alcune proposte per sostituire completamente i treni diesel con quelli a idrogeno entro i prossimi vent’anni per la percorrenza di tratte difficili da elettrificare. In Italia, come si legge nelle linee guida della Strategia Nazionale per l'Idrogeno, fino a metà delle tratte nazionali non elettrificabili potrebbe essere convertita all’idrogeno entro il 2030. Un domani più sostenibile e non troppo lontano.

Potrebbe interessarti

Acqua

Che cos'è e a cosa serve un finanziamento Water Footprint: Iren prima in Italia a sottoscriverlo

Una nuova linea di credito da 50 milioni di euro, della durata di 5 anni, volta a migliorare l’uso sostenibile dell’acqua.
Rinnovabili

Idrogeno verde, vettore chiave per la transizione ecologica: quali sono i campi di applicazione e i vantaggi previsti

Protagonista indiscusso della decarbonizzazione, il vettore verde si presta nel breve futuro a rivoluzionare molti settori: dall’industria ai trasporti.
Energia

Il ruolo centrale delle rinnovabili per affrontare la crisi energetica

La transizione ecologica verso le rinnovabili è la strada più virtuosa per rendere l’Europa autosufficiente dal punto di vista energetico, evitando la fluttuazione dei prezzi: ecco perché.
Acqua

Circular water: il modello di gestione che valorizza la risorsa idrica e contrasta l'emergenza siccità

Un nuovo paradigma che punta a valorizzare l’acqua e attuare un’azione di contrasto al calo delle risorse.
Green

Green jobs: cosa sono e perché sono fondamentali per costruire il domani sostenibile

Il mercato del lavoro si trasforma e nuove professioni diventano sempre più centrali per lo sviluppo sostenibile.
Green

Crediti di carbonio: come funzionano i token per azzerare la produzione di gas serra

Investire in progetti green permette di compensare le emissioni di CO2: uno strumento valido e innovativo per aiutare le aziende a raggiungere la carbon neutrality.