Green

A Riomaggiore arriva il cestino intelligente: compatta i rifiuti e sfrutta l'energia solare

4 ottobre 2022

 

La gestione dei rifiuti nelle aree urbane si fa sempre più intuitiva, con strategie integrate che combinano le tecnologie digitali e l’ottimizzazione della raccolta rifiuti a vantaggio di tutta la collettività.

 

Ne sono un esempio i cestini intelligenti operativi a Riomaggiore, la cui installazione è stata promossa dal Gruppo Iren per rendere sempre più ecosostenibili i territori in cui opera: si tratta di nuova tecnologia smart che consente un controllo costante dei livelli di rifiuti accumulati attraverso la gestione da remoto, con vantaggi sul piano ambientale e a favore del buon decoro urbano.

 

Come funziona il cestino intelligente

La tecnologia del cestino intelligente, innovativa e già presente sul mercato, viene sperimentata per la prima volta a Riomaggiore per testarne l’efficacia e registrare la risposta di cittadini e turisti.

 

Il cestino smart è alimentato esclusivamente con energia solare: grazie all’utilizzo di un piccolo pannello solare e di una batteria interna, compatta i rifiuti evitando accumuli. La tecnologia utilizzata, inoltre, consente di prevenire il sovraccarico degli scarti grazie a un sensore a ultrasuoni che rileva il quantitativo del rifiuto presente nel contenitore e attiva una pressa interna che comprime i rifiuti fino a circa 1/5 circa del loro volume. 

Perché il cestino è definito intelligente? Per la sua capacità di comunicare con il gestore grazie ad un’app. Un semplice sistema di notifiche permette di monitorare lo stato di riempimento del cestino e segnala quando è possibile procedere con lo svuotamento. Grazie alla gestione in remoto, gli operatori possono verificare anche lo stato della batteria ed eventuali anomalie.

 

Il meccanismo tecnologico attraverso cui il cestino funziona diventa un tassello innovativo e fondamentale nel ciclo integrato dei rifiuti: alla gestione individuale degli scarti, già attuata dal cittadino con la raccolta differenziata, affianca uno strumento operativo messo a disposizione direttamente dalle istituzioni locali e alla portata di tutti.

Il cestino smart è alimentato esclusivamente con energia solare: grazie all’utilizzo di un piccolo pannello solare e di una batteria interna, compatta i rifiuti evitando accumuli.

Quali sono i vantaggi del cestino intelligente

I cestini intelligenti sono progettati con lo scopo di essere collocati soprattutto lungo territori interessati da importanti flussi pedonali ma con spazi limitati e una presenza turistica di rilievo.

 

L’obiettivo è migliorare e semplificare la gestione dei rifiuti di queste zone, garantendo un maggiore decoro urbano ed igiene: un traguardo raggiungibile perché, evitando accumuli sul suolo pubblico e grazie ad un controllo costante dello stato di riempimento del cestino, il livello di igiene delle aree in cui è collocato è tenuto sotto controllo con piacevoli migliorie anche sul piano estetico.

 

Mantenere alti i livelli di decoro urbano significa garantire uno stato di convivenza migliore, valorizzando al meglio le aree di pregio, incrementando l’interesse anche della presenza turistica. Una mission che il Gruppo Iren porta avanti implementando nuove tecnologie e, allo stesso tempo, consolidando le attività di sensibilizzazione ambientale e di divulgazione sulla corretta gestione dei rifiuti: il Rifiutologo, ad esempio, rappresenta un ulteriore strumento messo a disposizione a beneficio della collettività.

Potrebbe interessarti

Acqua

Che cos'è e a cosa serve un finanziamento Water Footprint: Iren prima in Italia a sottoscriverlo

Una nuova linea di credito da 50 milioni di euro, della durata di 5 anni, volta a migliorare l’uso sostenibile dell’acqua.
Rinnovabili

Idrogeno verde, vettore chiave per la transizione ecologica: quali sono i campi di applicazione e i vantaggi previsti

Protagonista indiscusso della decarbonizzazione, il vettore verde si presta nel breve futuro a rivoluzionare molti settori: dall’industria ai trasporti.
Energia

Il ruolo centrale delle rinnovabili per affrontare la crisi energetica

La transizione ecologica verso le rinnovabili è la strada più virtuosa per rendere l’Europa autosufficiente dal punto di vista energetico, evitando la fluttuazione dei prezzi: ecco perché.
Acqua

Circular water: il modello di gestione che valorizza la risorsa idrica e contrasta l'emergenza siccità

Un nuovo paradigma che punta a valorizzare l’acqua e attuare un’azione di contrasto al calo delle risorse.
Green

Green jobs: cosa sono e perché sono fondamentali per costruire il domani sostenibile

Il mercato del lavoro si trasforma e nuove professioni diventano sempre più centrali per lo sviluppo sostenibile.
Green

Crediti di carbonio: come funzionano i token per azzerare la produzione di gas serra

Investire in progetti green permette di compensare le emissioni di CO2: uno strumento valido e innovativo per aiutare le aziende a raggiungere la carbon neutrality.