Green

Da Torino a Salerno, Iren illumina il Natale in diverse città 

13 dicembre 2023

Con l’avvicinarsi del periodo natalizio le città assumono una nuova veste e vengono inondate dai mille colori delle luminarie.

 

A dare luce al Natale in tutta Italia è il Gruppo Iren che - da Torino fino a Genova, Salerno, Parma, Piacenza, Reggio Emilia e Vercelli - dà nuova energia all’atmosfera delle feste accendendo le luminarie delle città.

 

 

luci torino

Luci d’Artista accende Torino

Luci d'Artista, un progetto di Città di Torino e realizzato da Fondazione Torino Musei, è un appuntamento fisso per i torinesi: si tratta infatti di una tradizione nata nel 1998, quando ad accompagnare un piccolo presepe luminoso in un'area pubblica della città vennero installate nei giardini di Porta Nuova anche delle luminarie. Il progetto ebbe così tanto successo da diventare una proposta continuativa.

 

A partire dagli anni successivi è stato indetto un concorso nazionale per scegliere gli artisti che stagione dopo stagione danno vita al percorso espositivo: alcune installazioni sono permanenti, altre vengono cambiate a ogni stagione, con la particolarità che gli allestimenti annuali non sono mai uguali ai precedenti. Negli anni hanno contribuito alcuni dei più grandi artisti italiani e internazionali capaci di realizzare interventi che si sono integrati nel tessuto urbano della città.

 

La manifestazione culturale nata a Torino, durante il periodo natalizio, rende piazze e strade dei musei a cielo aperto. Gli artisti contemporanei che vengono coinvolti in questa iniziative creano delle installazioni luminose che si caratterizzano per l'alto valore scenografico o per i significati fortemente simbolici e concettuali delle opere esposte.

 

La ventiseiesima edizione di Luci d’Artista, di cui Iren è main sponsor, ha preso avvio lo scorso 27 ottobre: la prima accensione è avvenuta in piazza Carlo Alberto, dove sono state accese le installazioni luminose di grandi artisti pensate per lo spazio pubblico.

 

Le installazioni luminose - 27 luci delle quali 18 allestite nel centro città e 9 in altre circoscrizioni - saranno visibili dal 27 ottobre 2023 al 14 gennaio 2024

 

Dallo scorso anno la Città di Torino, con l'obiettivo di valorizzare il patrimonio di Luci d'Artista, ha fortemente voluto che fosse la Fondazione Torino Musei a operare per la valorizzazione, il rilancio e la realizzazione dell’iniziativa. L’obiettivo di Luci d’Artista? Oltre a ravvivare la città, si vuole trasformare la manifestazione in una vera istituzione di ricerca artistica permanente, un museo diffuso che possa allargare i suoi classici confini invernali e natalizi e che abbia una programmazione attiva tutto l’anno con l’aiuto di un archivio storico, di un sito internet ricco e dettagliato, di una comunicazione continuativa e di una rete di collaborazioni nazionali e internazionali.

 

luci torino

La nuova installazione di Torino e le luci in altre città

Luci d’Artista si arricchisce di una nuova installazione luminosa: Orizzonti è il titolo della luce ideata da Giovanni Anselmo. Questa installazione luminosa indica i 4 punti cardinali: l’artista mette in relazione un luogo di Torino - Piazza Carlo Alberto -con uno spazio più ampio, globale, geografico e infine cosmico, superando gli orizzonti stessi della città. L’installazione si compone di 4 luci di colore blu che rappresentano le parole Nord, Est, Sud e Ovest. Le luci sono visibili contemporaneamente dal centro della piazza, così da permettere a chiunque passi di orientarsi, cercando la propria direzione nello spazio.

 

Accanto a questa nuova installazione anche altre luci illuminano la città, mantenendo le solite collocazioni o cambiando luoghi: Tappeto volante, Vele di Natale, Ancora una volta, Volo su…, Azzurrogiallo, Ice Cream Light, Cultura=Capitale.

Per Torino, foto di G. Platania

Una grande novità di quest’anno è la nuova illuminazione di Parco Michelotti, di fronte alla Biblioteca Geisser appena riaperta, con L'amore non fa rumore di Luca Pannoli. La Mole Antonelliana rimane la sede permanente del Volo dei numeri, ideata da Mario Merz.

 

Noi di Luigi Stoisa prende invece il posto di Palomar di Giulio Paolini, che quest’anno rientra all'interno di una prestigiosa collaborazione con le Scuderie del Quirinale a Roma, dove è in esposizione in occasione della mostra dedicata a Italo Calvino.

Questa ricollocazione si inserisce nel nuovo assetto organizzativo di Luci d’Artista che prevede il rafforzamento e l’implementazione della rete di scambio e di prestiti delle Luci su un piano nazionale e internazionale. Ne è esempio anche il prestito alla città di l’Avana (Cuba) di 16 costellazioni del Planetario dell’artista Carmelo Giammello. Le luci in questione sono in prestito dal 2019 - rinnovato sino al 2032 - fanno parte di un precedente allestimento restaurato per l'occasione grazie a una sponsorizzazione tecnica di Iren.

 

Con l’iniziativa Natale di Luce le illuminazioni si fanno ancora più intense. In piazza Santa Rita (Circoscrizione 2) sarà posizionata la scenografia intitolata “Sfere celesti”, piazza Benefica (Circoscrizione 3) ospiterà “Galassie”, mentre in corso Telesio (Circoscrizione 4) si potrà ammirare “Stelle e pianeti”.

“Bouquet di fiori luminosi” si accenderanno in viale Madonna di Campagna (Circoscrizione 5), mentre in piazza Maria Teresa Noce - di fronte agli spazi dell’Ex Incet - gli abitanti della Circoscrizione 6 potranno attraversare un “Tunnel luminoso” di 12 metri. Viale Ottavio Mai (Circoscrizione 7) sarà illuminato dall’installazione “Universo” e nell’area pedonale di corso Marconi (Circoscrizione 8) si potrà camminare sotto le cinquecento stelle di “Cielo stellato”.

 

Dal 2006 Luci d’Artista è stata adottata anche nella città di Salerno. L’iniziativa trae ispirazione da quella di Torino e ogni anno l’Amministrazione Comunale di Salerno sceglie un tema per le installazioni luminose: dalle favole per i bambini, alle bellezze e prodotti locali, ai miti del mare, alla Costiera Amalfitana e ai Templi di Paestum.

L’edizione 2023 di Luci d’Artista, organizzata dal Comune di Salerno con il sostegno economico della Regione Campania, è giunta alla diciottesima edizione e si terrà dal 24 novembre 2023 al 21 gennaio 2024.

 

Quest’anno saranno proposte molte nuove installazioni e nuovi corpi luminosi: si va dalle Quattro Stagioni alla Fata delle Farfalle, per poi passare ad Animalandia nella Villa Comunale che ancora una volta sarà uno zoo a cielo aperto. Piazza Flavio Gioia (La Rotonda), da sempre luogo tra i più visitati e gettonati dai turisti, ospiterà la Danza delle Meduse: un mare di led blu in cui galleggeranno meduse ed altri animali marini.

Per arricchire l’atmosfera verranno allestiti tre alberi di Natale e altre figure luminose saranno sparse in tutta Salerno: fiocchi di neve, ghirlande, fontane, alberi innevati, palme e tante altre luminarie.

 

albero

Iren porta luce alle feste in diverse città d’Italia

Non solo Torino e Salerno: Iren accende il Natale in tutta Italia. A Genova, anche quest’anno, come nelle festività precedenti, si rinnova la collaborazione tra Regione Liguria, Fondazione per la Cultura di Palazzo Ducale e Camera di Commercio di Genova, con la sponsorizzazione di Iren, per la grande illuminazione scenografica degli edifici che si affacciano su piazza De Ferrari. L’accensione di tutte le luminarie natalizie è fissata il giorno dell’Immacolata, 8 dicembre: coinciderà con l’inaugurazione dell’albero di Natale e con uno spettacolo in stile Broadway a cura del coro delle Voci Bianche del Teatro Carlo Felice e con una grande orchestra e un cast di dodici artisti, otto danzatori e quattro voci soliste.

 

 

piazze

Anche a Reggio Emilia il centro storico potrà avvalersi di un’illuminazione natalizia coordinata e adeguata al patrimonio architettonico, grazie all’intervento dell’Amministrazione comunale, con il sostegno di Iren, che ha scelto per il quarto anno consecutivo di farsi carico della illuminazione delle principali strade e della collocazione delle installazioni luminose in alcune piazze dell’Esagono, compresa la realizzazione del tradizionale albero di Natale in piazza Prampolini.

 

 

 

trenino

Non saranno da meno Parma, Piacenza, Dogliani e Vercelli: i centri urbani saranno illuminati da Iren con luminarie e decorazioni natalizie di grande impatto. In particolare a Piacenza, dal 25 novembre al 24 dicembre, in piazza Cavalli sarà possibile immergersi nell’atmosfera natalizia tra le luci di Iren e le casette del mercatino con tanti oggetti artigianali e idee regalo, delizie da tutto il mondo, gli elfi e l’immancabile Babbo Natale che durante tutti i weekend raccoglierà le letterine. Un Natale tutto da vivere, luminoso e sfavillante.

 

 

L'articolo ti è piaciuto?
Iscriviti alla newsletter!

Ricevi mensilmente la newsletter Everyday direttamente su Linkedin: sarai aggiornato sulle ultime novità in tema di innovazione, economia circolare, scenari climatici e sfide legate alla sostenibilità

Potrebbe interessarti

Green
Diffondere la cultura della sostenibilità attraverso l’arte: chi sono i vincitori di “Cabine d’artista”
Annunciati i vincitori del bando, promosso da IRETI, società del Gruppo Iren, e dalla Città di Torino, per raccontare i valori e le sfide della sostenibilità per la città.
Innovazione
Iren vince il Premio Top Utility 2024
Un riconoscimento concreto dell’impegno del Gruppo nei servizi offerti ai territori e nella lungimiranza delle sue scelte strategiche.
Green
Iren e Altamin, un patto per il futuro energetico sostenibile
Sei licenze esplorative per il recupero di litio e potenzialmente di altri minerali strategici dalle salamoie geotermiche: ecco cosa prevede l’accordo.
Green
Il Gruppo Iren si aggiudica il Premio: Top Utility 2024
Giunta alla sua dodicesima edizione, Il Gruppo Iren si è aggiudicato il premio Top Utility Assoluto 2024 nell’ambito del convegno “Le utility, governare le complessità”, organizzato da ALTHESYS Strategic Consultants.
Green
Grattacielo di Reggio Emilia, conclusi i lavori di riqualificazione: la nuova vita dell’edificio simbolo
Il progetto ha riguardato interventi strutturali locali e di efficientamento energetico, nel segno della sostenibilità.
Energia
La squadra Iren corre con “Just The Woman I Am” a supporto della ricerca contro il cancro
L'obiettivo comune è raccogliere fondi per la ricerca contro il cancro attraverso una corsa/camminata di 5 km non competitiva.