Strategia

Scenario e pilastri strategici
In coerenza con la mission e la vision aziendale, le scelte strategiche traggono origine dall’analisi dei principali trend al 2030, determinanti per il raggiungimento degli obiettivi di crescita e di sviluppo sostenibile posti alla base del Piano Industriale:
 
  • Transizione energetica: la crescente competizione accelererà il processo di consolidamento già avviato. I progressi tecnologici produrranno reti più intelligenti, generando nuovi modelli di business, mentre l’espansione delle rinnovabili spingerà per una maggiore flessibilità termoelettrica;
  • Sviluppo sostenibile: l'economia circolare sarà sempre più dominante, creando nuovi scenari nel settore del trattamento dei rifiuti. La gestione delle risorse idriche richiederà innovazione tecnologica ed elevati investimenti. Il gap da colmare nell'efficienza energetica aprirà nuove opportunità, anche connesse all’estensione del teleriscaldamento e allo sviluppo di nuovi progetti digitali;
  • Rivoluzione tecnologica: algoritmi di apprendimento automatico cambieranno il modo di affrontare i costi operativi e la gestione del credito, mentre la digitalizzazione creerà nuove modalità di relazione con clienti e fornitori;
  • Centralità dei clienti: cambierà il paradigma da utente passivo a prosumer attivo e completamente digitale, grazie anche allo sviluppo della generazione distribuita; l’e-mobility, la mobilità condivisa e la guida autonoma trasformeranno il modo di muoversi e la percezione delle distanze.

I cambiamenti nel tasso di accelerazione tra i diversi trend si riflettono sugli obiettivi concreti che il Gruppo definisce per il 2024, dimostrando la qualità dell’impianto strategico basato sui seguenti pilastri:
 
  • Clienti: si conferma con maggior vigore il percorso, intrapreso negli anni passati, centralizzato sul cliente-cittadino, attraverso offerte di prodotti e nuovi servizi tecnologici (New Downstream, e-mobility, pagamenti digitali).
  • Crescita organica: pari a 200 milioni di euro, generati principalmente dal servizio idrico integrato, dallo sviluppo degli impianti di trattamento rifiuti, dalla crescita della customer base, dal teleriscaldamento e dalla partecipazione alle gare gas.
  • Efficienza: si mantiene il trend positivo degli ultimi anni (200 milioni di euro di sinergie dal 2010), seppur con una riduzione progressiva del target rispetto ai piani precedenti, evidenziando il tipico andamento decrescente delle sinergie post merger e riflettendo inoltre il raggiungimento anticipato degli obiettivi degli ultimi anni. Il piano prevede un target al 2024 di 62 milioni di euro di sinergie ottenute principalmente attraverso il positivo completamento dei progetti di performance improvement.
  • Sostenibilità: l’impegno di Iren verso la tutela dell’ambiente e la lotta al cambiamento climatico si concretizza nell’economia circolare, nella minimizzazione del consumo di risorse, nella decarbonizzazione e nella creazione di città sempre più resilienti, attraverso l’offerta di servizi e prodotti a minor impatto ambientale.
  • Persone: la gestione delle persone segue la trasformazione del Gruppo, con un forte focus sullo sviluppo delle competenze, attraverso programmi di formazione e riqualificazione, sulla crescita professionale e su strumenti di incentivazione. Si prevede di proseguire nel ricambio generazionale grazie all’inserimento di nuove risorse in misura maggiore rispetto alle uscite pianificate.
  • Digitalizzazione: l’impegno nei confronti del cambiamento tecnologico e nella digitalizzazione dei processi del Gruppo si concretizza tramite la creazione di piattaforme informatiche trasversali volte a costruire una Società maggiormente orientata all’impiego ottimale dei dati gestiti.