Green

"Sei di coccio?": la campagna che migliora la raccolta differenziata del vetro

15 maggio 2022

 

La raccolta differenziata rappresenta un passaggio fondamentale nel ciclo integrato dei rifiuti ed è fondamentale per consentire il recupero degli scarti. Sebbene differenziare i rifiuti in casa sia diventata un’abitudine ben rodata nella maggior parte delle famiglie italiane, spesso accade di commettere degli errori. Soprattutto riguardo materiali particolari e di cui non si conosce con precisione la modalità di smaltimento.

 

La raccolta differenziata del vetro, ad esempio, è piuttosto semplice e virtuosa. Ma non tutto quello che si pensa può essere messo nell’apposita campana o contenitore.

 

Nel contenitore della raccolta differenziata del vetro vanno messi barattoli, vasi e bottiglie in vetro. Sono assolutamente da evitare, invece, oggetti in ceramica e porcellana: anche solo un frammento può compromettere la qualità di un intero carico di vetro, vanificando così tutto lo sforzo fatto per differenziare. La campagna “Sei di coccio? Il vetro è un’altra cosa” lanciata dal Gruppo Iren insieme a CoReVe (il Consorzio per il recupero del vetro) e ai Comuni di Piacenza, Parma, Reggio Emilia e La Spezia, punta proprio a migliorare la qualità della raccolta differenziata del vetro in modo da ottimizzarne il riciclo: ecco come.

Cosa prevede la campagna di sensibilizzazione 

L’obiettivo della campagna “Sei di coccio? Il vetro è un’altra cosa” è quello di eliminare tutte quelle frazioni estranee che “sporcano” il vetro, rendendo più difficile ed oneroso il suo riciclo.

Il progetto, che coinvolgerà centinaia di esercenti nei diversi capoluoghi, è finalizzato ad una maggiore informazione sul corretto conferimento dei rifiuti d’imballaggio in vetro.

 

Protagonisti della campagna saranno i gestori dei punti di ristoro: una scelta motivata dal fatto che sono proprio gli esercizi a conferire i maggiori quantitativi di rifiuti d’imballaggio in vetro e, perciò, meritano una particolare attenzione. 

 

L’iniziativa si articolerà in diverse fasi: dopo l’analisi del materiale raccolto prima dell’avvio delle attività di comunicazione, si passerà all’implementazione di una strategia informativa che prevede anche la distribuzione di gadget specifici (grembiule, shopper, locandine) per sensibilizzare sul tema. Infine, si valuteranno i risultati ottenuti passando al vaglio il materiale differenziato post campagna: l’obiettivo è verificare che il progetto abbia sostanzialmente generato una modifica virtuosa nella qualità del vetro raccolto in modo da aumentare la percentuale effettiva di riciclabilità.

Italia, esempio virtuoso nel riciclo del vetro

 

La campagna lanciata da Iren mira a supportare e consolidare le buone pratiche nel riciclo del vetro: un settore in cui l’Italia spicca particolarmente. Come emerge nel "Rapporto annuale sulla raccolta e il riciclo del vetro in Italia", curato dal Coreve, nel 2020 no stati recuperati quasi 2,4 milioni di tonnellate di bottiglie e vasetti, il 2,6% in più rispetto all'anno precedente. E la raccolta pro capite è passata dai 38,7 kg del 2019 ai 40,4 kg del 2020. Va ancora meglio sul fronte del riciclo: riciclate due milioni e 143mila tonnellate di vetro, con un incremento del 3,6% rispetto al 2019, un tasso di crescita più alto sia rispetto alla quantità raccolta, sia agli imballaggi immessi sul mercato. Numeri importanti che puntano a obiettivi ambiziosi: per il triennio 2021-2023 si prevede un tasso di riciclo ancora in crescita e, secondo il Consorzio, alla fine del 2023 dovrebbe sfiorare la soglia dell'80%.

Potrebbe interessarti

Green

Iren a Terra Madre Salone del Gusto 2022: rigeneriamo insieme

All'interno dell’evento internazionale che promuove il cibo buono, pulito e giusto Iren ha costruito uno spazio dedicato alla cultura del riciclo mettendo al centro i cinque sensi.
Green

Premio ESG Challenge Iren 2023: un riconoscimento agli studenti per le migliori tesi sulla sostenibilità

Nasce il Premio ESG Challenge Iren 2023 destinato alle 10 migliori tesi triennali o magistrali che trattino il tema della sostenibilità e delle sfide ESG (Environmental, Social and Governance).
Acqua

Un PNRR per il settore idrico: Dal Fabbro, Presidente Iren, al Festival dell'acqua di Torino

L'evento, di cui il Gruppo Iren è partner, mira a valorizzare la risorsa idrica con approfondimenti e un programma culture dedicato: ecco cosa è emerso.