Obiettivi e risultati

Nel Bilancio di sostenibilità dichiariamo ogni anno gli obiettivi che ci proponiamo per il futuro e rendicontiamo in modo trasparente i risultati raggiunti. Per ogni categoria di stakeholder (ambiente, clienti, personale, fornitori, comunità e territorio, azionisti e finanziatori, generazioni future) definiamo impegni di miglioramento e, di anno in anno, verifichiamo la loro attuazione. Consulta gli impegni e i risultati per ciascuna categoria di stakeholder:

Ambiente
Obiettivi  Azioni intraprese nel 2017 Obiettivi futuri

Consolidare il primato delle fonti ecocompatibili

Avvio interventi di riqualificazione degli impianti idroelettrici di Chiomonte e Susa

• 76% di energia prodotta da fonti rinnovabili e assimilabili al 2022

• Investimenti nei settori rinnovabili (impianti a biomasse) e mini idro 

Accrescere l'efficienza energetica

• Efficientamento energetico degli impianti di produzione idroelettrica e termoelettrica

• Sostituzione apparecchi a LED (8.500 nella Città di Asti e 1.686 nel territorio biellese, attraverso il Consorzio Enerbit)

• Efficientamento di 116 centrali termiche della Città di Torino

• Installazione di lampade a LED in zona fossa ed avanfossa del termovalorizzatore di Piacenza

• Riduzione dei consumi di energia elettrica derivanti dalla distrettualizzazione delle reti acquedottistiche (Parma e Savona recupero energetico del 2-3% rispetto al 2016) 

• Incremento dell’energia risparmiata al 2022 (+11% Tep rispetto al 2016)

• Avvio seconda fase sostituzione di apparecchi a LED (3.200 apparecchi), previa adesione del Comune e della provincia di Biella

• Avvio sostituzione di circa 6.200 apparecchi a LED per il Comune di Fidenza

• Interventi di efficientamento energetico per la gestione degli impianti termici del Comune di Grugliasco e per il Teatro Regio di Torino

• Sostituzione dei lampioni presenti all’interno del perimetro del termovalorizzatore Piacenza 

Ridurre le emissioni in atmosfera

• Installazione di scambiatori e pompe per il riscaldamento del gas naturale con il fluido del teleriscaldamento al posto delle attuali caldaie alimentate a gas naturale nella stazione di decompressione della Centrale di Moncalieri

• Investimenti sulla rete di teleriscaldamento per il collegamento del termovalorizzatore TRM con la rete di Grugliasco

• Lavori alla palazzina di teleriscaldamento TRM per utilizzo del calore prodotto dall’impianto e cessione alla rete di distribuzione esterna

• Acquisto delle apparecchiature per l’allaccio del termovalorizzatore di Piacenza alla rete di teleriscaldamento cittadina 

• Incremento delle emissioni di CO2 evitata al 2022 (+14% rispetto al 2016)

• Crescita delle volumetrie servite dal teleriscaldamento al 2022 (+14% rispetto al 2016)

• Prosecuzione investimenti sulla rete di teleriscaldamento per il collegamento di TRM con la rete di Grugliasco

• Completamento del progetto di allacciamento del termovalorizzatore di Piacenza alla rete di teleriscaldamento cittadina

Ridurre i consumi di acqua industriale

• Ricircolo delle acque sporche nel sistema di spegnimento scorie del PAI di Parma 

• Modifiche non sostanziali al PAI di Parma per inviare le acque sporche a trattamento chimico-fisico, riducendo la produzione di rifiuti liquidi avviati ad impianti esterni

Contenere le emissioni olfattive

• Potenziamento del sistema abbattimento odori della zona trattamento fanghi del PAI di Parma

• Prosecuzione delle attività di contenimento delle emissioni olfattive 

Migliorare i sistemi di raccolta, gestione, recupero e smaltimento rifiuti e aumentare la raccolta differenziata (circular economy)

• Attivazione ed estensione dei servizi di raccolta domiciliare dei rifiuti con incremento dei risultati di raccolta differenziata

• Redazione del progetto e della valutazione di impatto ambientale del sistema di selezione di carta e plastica presso il PAI di Parma

• Avviato l’iter autorizzativo del sistema di selezione di carta e plastica presso il sito di Borgaro (TO) 

• 100% dei rifiuti urbani raccolti avviati a recupero di materia e/o energia

• Ulteriore crescita della raccolta differenziata nella aree territoriali servite

• Incremento della quantità di rifiuti recuperabili trattati in impianti di proprietà del Gruppo

• Presentazione dell’istanza per la realizzazione di un impianto di recupero della frazione organica con produzione di biometano

• Conclusione dell’iter autorizzativo per la realizzazione di un sistema di selezione di carta e plastica presso il sito PAI di Parma

• Conclusione dell’iter autorizzativo e affidamento dei lavori per la realizzazione di un sistema di selezione di carta e plastica presso il sito di Borgaro (TO)

Ridurre le dispersioni della rete acquedottistica attraverso progetti di distrettualizzazione e monitoraggio 

• Istituzione di una task force Parma con decine di installazioni di misuratori di distretto e avvio di progetti di ricerca perdite mirate, con tecniche tradizionali e con nuova tecnologia satellitare (sulla provincia di Parma nel 2017 l’immesso è pari a -2,6 milioni di mc rispetto al 2016)

• 29 distretti attivi a Rapallo – Zoagli - S. Margherita – Portofino con importanti recuperi di volume su Rapallo dove si è operata una importante riduzione delle pressioni

• 10 distretti attivi a Genova dove, sul distretto di Sestri Ponente, è stato introdotto un sistema di regolazione e riduzione delle pressioni

• Recupero di importanti dispersioni e sostituzione di condotte ammalorate a Cairo Montenotte con una notevole riduzione dell'acqua immessa (-46%)

• Completamento del progetto di distrettualizzazione della città di Vercelli

• 85% delle reti idriche distrettualizzate e monitorate al 2022

• Ulteriore riduzione del volume di acqua immesso in rete sull’intera area gestita in provincia di Parma (da 40,3 a 38,0 milioni di mc già a fine 2018)

• Avvio nel 2018 di un puntuale monitoraggio dei volumi immessi in rete nel territorio piacentino con la creazione dei primi distretti cittadini

• Prosecuzione dell'attività sull’area genovese con il passaggio, nel 2018, da 10 a 16 distretti e l’introduzione di ulteriori valvole per la riduzione della pressione

• Completamento del sistema di distrettualizzazione sul Tigullio con gli ultimi 5 distretti a S. Margherita

• Avvio dell'attività di distrettualizzazione su Savona

• Avvio dello studio delle dispersioni su Chiavari e Lavagna

• Estensione dell’utilizzo della tecnologia satellitare di ricerca delle perdite in area Ligure

• Creazione, in area vercellese, dei primi 3 distretti e recupero di alcuni vecchi distretti sui comuni della cintura 

Migliorare i processi depurativi e i conseguenti consumi energetici

• Realizzazione di impianti con logiche avanzate di controllo del processo presso i depuratori Monticelli (PR) e Salvaterra (RE) con risparmio dei consumi di energia elettrica

• Sostituzione dei compressori del depuratore di Traversetolo (PR)

• Avvio del potenziamento della disidratazione dei fanghi sugli impianti di Parma Ovest e Roncocesi (RE)

• Realizzazione dei potenziamenti impiantistici di Cadelbosco (RE) e Castel San Giovanni (PC)

• Concluse le attività di progettazione del depuratore di Moneglia (GE) a avviato l'iter per l'esecuzione dei lavori

• Concluso il potenziamento dell’impianto di Rossiglione (GE)

• Completate le attività di efficientamento della sezione trattamento aria dei depuratori di Lavagna e Sestri Levante (GE)

• Stipulato il protocollo di sperimentazione di impianti con logiche avanzate di controllo del processo presso il depuratore di Vercelli

• Installazione di logiche avanzate di controllo del processo e potenziamento del sistema di areazione del depuratore di Saluggia (VC)

• Ottimizzazione dei pompaggi delle acque reflue della Città di Vercelli con relativo monitoraggio consumi 

• Incremento della capacità depurativa al 2022 (+15% abitanti equivalenti serviti rispetto al 2016)

• Implementazione delle logiche di controllo avanzato di processo sugli impianti di depurazione di Parma Ovest, Guastalla, Praticello, Forche, San Martino e Cadelbosco (RE)

• Conclusione dei potenziamenti impiantistici dei depuratori di Boretto e Meletole (RE) e Sorbolo (PR)

• Avvio della realizzazione dei potenziamenti impiantistici di Collecchio, Borghetto, S. Maria del Piano e Monticelli-Montechiarugolo (PR)

• Progettazione del potenziamento degli impianti di Fiorenzuola D'Arda e San Nicolò (PC) e Arenzano Porto (GE)

• Conclusione dei lavori di adeguamento e potenziamento dei depuratori di Moneglia e Ronco Scrivia (GE)

• Avvio del controllo avanzato di processo presso depuratori di Vercelli, Saluggia, Desana e Bianzè (VC) 

Estendere il servizio di fognatura e depurazione ad aree non servite 

• Realizzazione lavori di collegamento di tronchi fognari all’impianto di depurazione di Trino (VC) e posa di sistemi di trattamento su tronchi fognari non depurati ad Olcenengo (VC) 

• Avvio dei sistemi impiantistici installati

Migliorare l’efficienza della rete di distribuzione gas e assicurare un elevato livello di sicurezza, contenendo il più possibile le dispersioni 

• Prosecuzione del rinnovo della rete gas, in linea con quanto previsto da AEEGSI, in particolare in Liguria (dismissione di 1,5 km di reti in ghisa grigia e altri materiali obsoleti e di 7 km di reti in acciaio non protette catodicamente)

• Protezione catodica di tutta la rete in acciaio di nuova posa

• Ispezione programmata di oltre l’84% della rete gas su tutti i territori gestiti, finalizzata alla ricerca di dispersioni 

• Prosecuzione dell’attività di rinnovamento della rete in accordo con quanto previsto da AEEGSI

• Prosecuzione dell'attività di sorveglianza e mantenimento in efficienza per gli anni futuri

• Prosecuzione dell'attività di ricerca programmata delle dispersioni per gli anni futuri 
Ridurre le emissioni da campi elettromagnetici (CEM): monitoraggio mensile delle cabine elettriche per mantenere i valori CEM nei limiti del valore di Qualità 

• Controllo mensile della sicurezza e dei campi elettro-magnetici nelle cabine nuove/rinnovate in servizio, mediante sopralluoghi tecnici di sicurezza integrati dai risultati delle misure di Campo Elettromagnetico

• 8 sopralluoghi su 44 nuove cabine installate/rinnovate

• Misurazione dei CEM degli impianti di distribuzione di energia elettrica

• Prosecuzione della progettazione e costruzione delle nuove cabine di trasformazione MT/BT e dei controlli mensili di sicurezza 

Ridurre il numero di apparecchiature elettriche contenenti olio contaminato da PCB/PCT

• Dismissione e smaltimento di 26 apparecchiature contenenti olio contaminato da PCB  • Prosecuzione dell'attività di dismissione e smaltimento apparecchiature contenenti olio contaminato da PCB/PCT 
Realizzare percorsi didattici di visita al termovalorizzatore di Torino 

• Allestimento tunnel visitatori e totem multimediale presso TRM

• Gestione di 100 visite al termovalorizzatore TRM per un totale di 4.025 partecipanti

• Prosecuzione dell’attività e incremento delle visite 

Implementare il Sistema Certificato QSA

• Sviluppo della metodologia per lo svolgimento della valutazione dei rischi operativi dei processi, come previsto dalla revisione 2015 delle norme di riferimento per la certificazione Qualità e Ambiente (ISO 9001 e ISO 14001

• Rinnovo delle Certificazioni con passaggio alle nuove norme per Iren, Iren Laboratori, Iren Mercato, Ireti, Iren Acqua, Iren Acqua Tigullio, AM.TER. e Amiat

• Certificazione UNI 11352 – per le società che forniscono servizi energetici (ESCo) – per Iren Energia e rinnovo della certificazione per Iren Rinnovabili

• Certificazione F-Gas – per le imprese operanti su impianti e apparecchiature contenenti gas fluorurati – Iren Energia

• Mantenimento delle certificazioni QAS ed EMAS per Iren Ambiente con estensione a: discarica R.E.I., impianto polifunzionale per la Gestione dei rifiuti di Reggio Emilia, Centro impianti di Piacenza, PAI di Parma, attività amministrative, commerciali e di staff in area emiliana e attività di fatturazione e gestione tributo

• Istanza di registrazione EMAS per TRM 

• Completamento del percorso di aggiornamento dei Sistemi certificati per le restanti aziende del Gruppo con conseguente rinnovo delle Certificazioni con passaggio alle nuove norme

• Mantenimento della Certificazione UNI 11352 di Iren Energia

• Mantenimento della Certificazione F-Gas di Iren Energia

• Rinnovo della Certificazione UNI 11352 di Iren Rinnovabili

• Estensione delle Certificazioni QAS Iren Ambiente ai Centri Impianti Cornocchio (Parma) e Mancasale (Reggio Emilia) e all’attività di Progettazione e Direzione Lavori

• Avvio del percorso di certificazione ISO 9001 e BS OHSAS 18001 di TRM

• Acquisizione della Registrazione EMAS e mantenimento della Certificazione ISO 14001 di TRM

• Definizione ed implementazione del Sistema di Gestione dell’efficienza energetica certificabile ai sensi della norma ISO 50001 di Iren Energia

• Definizione ed implementazione del Sistema di gestione della sicurezza delle informazioni certificabile ai sensi della norma ISO 27001 della Capogruppo

Personale
Obiettivi Azioni intraprese nel 2017 Obiettivi futuri

Completare il piano di riequilibrio demografico 2015-2018 e avviare nuovo piano 2019-2020 esteso all'intero Gruppo con previsione di assunzioni giovani (prevalentemente under 30)

• Completamento del piano di riequilibrio demografico (2015-2017)

• Studio, approvazione e avvio nuovo piano riequilibrio demografico (2019-2020)

• Sviluppo dei rapporti con istituzioni formative (scuola e università) per favorire l’alternanza scuola/lavoro e l’ingresso dei giovani nel mondo del lavoro

• Raddoppio della popolazione under 30 al 2020 

Migliorare i processi di gestione e sviluppo del personale 

• Prosecuzione del percorso di unificazione dei sistemi di gestione del Personale per il Gruppo (rilevazione presenze, sistemi informativi unificati per performance management)

• Prosecuzione percorso di armonizzazione degli accordi integrativi del Gruppo 

• Completamento dell’armonizzazione degli accordi aziendali

• Digitalizzazione dei processi dell’area Personale

• Miglioramento dei processi di Change e Talent Management

• Diffusione del sistema digitalizzato di Performance Management per oltre il 50% della popolazione aziendale al 2020

Implementare il sistema Iren Welfare per tutti i dipendenti aziendali 

• Completamento del nuovo sistema di welfare per tutti i dipendenti del Gruppo (sottoscrizione accordo sindacale) con portale, provider ed altri strumenti e possibilità di destinare parte del premio annuo per istruzione, servizi e assistenza a familiari anziani e non autosufficienti, mutui, cassa sanitaria, previdenza integrativa, fringe benefit, ricreazione e assistenza, individuando le aree di intervento demandate alle Organizzazioni Sindacali sul piano sociale e ricreativo

• Sviluppo delle adesioni volontarie al sistema welfare

• Attivazione del programma diversity

• Progetto smart working 
Coinvolgere e far partecipare il personale alla condivisione della politica e degli obiettivi per il mantenimento di un sistema di gestione Qualità, Ambiente e Sicurezza 

• Sensibilizzazione delle Direzioni attraverso incontri dedicati alla tematica della sicurezza con definizione delle azioni per migliorare l’analisi ed il monitoraggio degli infortuni e l’individuazione di azioni correttive e/o di miglioramento conseguenti

• Istituzione di reportistica periodica sull'andamento infortunistico aziendale

• Attuazione di un piano di audit sugli impianti di produzione, finalizzato a rilevare eventuali anomalie/criticità di sicurezza

• Predisposizione e attuazione di procedure per la messa in sicurezza degli impianti con evidenza della valutazione degli aspetti di sicurezza, anche da un punto di vista organizzativo

• Riunioni periodiche tra responsabili e personale operativo di sensibilizzazione alla tematica sicurezza e alla segnalazione dei mancati infortuni

• Predisposizione di schede di controllo per la verifica in campo da parte della linea gerarchica del corretto svolgimento delle attività sotto il profilo della sicurezza sia del personale interno sia della imprese

• Sviluppo delle sinergie esistenti tra le funzioni Sicurezza e Sistemi di gestione certificati con l'obiettivo di unificare tematiche a livello di gruppo (es. infortuni, sorveglianza sanitaria)

• Completamento dello sviluppo della gestione unificata delle valutazioni dei rischi tramite l'utilizzo di un software dedicato

• Introduzione di un applicativo di Gruppo per la segnalazione puntuale tramite App su smartphone di mancati infortuni e/o situazioni di potenziale pericolo

• Integrazione mensile del sistema di indicatori aziendali con indici infortunistici di frequenza, gravità e tipologia infortuni

Clienti
Obiettivi  Azioni intraprese nel 2017 Obiettivi futuri
Mantenere e rafforzare la posizione nelle aree storiche, con obiettivi di stretto legame col territorio, anche attraverso eventi in collaborazione con le principali istituzioni e associazioni culturali locali 

• Ricca e diversificata programmazione di eventi sui territori di riferimento, in collaborazione con alcune delle principali istituzioni e associazioni culturali locali: presidio adatto allo svolgimento di attività commerciali e di marketing in grandi manifestazioni di piazza (Gola Gola Festival a Parma, Fotografia Europea a Reggio Emilia e Festival d'Estate a Torino) in cui Iren ha avuto anche un ruolo di sponsor

• Realizzazione, in collaborazione con i principali teatri lirici ed altri enti culturali di prestigio dei territori di riferimento, di eventi destinati ai soli clienti affiliati al programma di loyalty di Iren Mercato, mediante pratiche concorsuali con dinamica Rush&Win

• Nuovo programma di eventi sul territorio a complemento delle attività di marketing e commerciali, in sinergia con le attività di sponsorizzazione del Gruppo

• Sviluppo del CRM con funzionalità di gestione dei processi post vendita per garantire una user experience semplice ed una customer experience evoluta e disegnata sui bisogni e le preferenze dei clienti

• Visibilità per il cliente dello stato di avanzamento delle proprie richieste/pratiche, anche mediante tracking su area Web/App

• Possibilità per i clienti di effettuare operazioni in self care, tramite Web o App, e di sviluppare processi paperless

• Possibilità per i clienti di configurare e sottoscrivere la propria offerta su canale Web/App selezionando le condizioni contrattuali

Incrementare la presenza commerciale nelle aree di sviluppo individuate, anche grazie all’impegno per il posizionamento del brand e il collegamento con i temi dell’innovazione e del new downstream

• Ritorno in comunicazione con focalizzazione sul nuovo posizionamento del brand e sui lanci di prodotto. Due campagne condotte su tutte le provincie di riferimento mediante affissioni outdoor, spot radio e inserzioni sui principali quotidiani locali, con focus sui nuovi prodotti di home assistance (Casa SenzaPensieri) e i servizi dedicati al risparmio energetico e alla sicurezza (Domotica e CasaSicura). Per esplicitare la nuova attitudine commerciale, il logo Iren Mercato è stato proposto ai consumatori con la tagline Luce Gas e Servizi

• Nuove campagne di comunicazione per il rafforzamento della brand awareness e una più forte sinergia fra pubblicità, promozione, eventi sul territorio e supporto alla forza vendita, anche mediante la valorizzazione dei diversi canali di comunicazione

Sviluppare il progetto “new downstream” sia in aree storiche sia in aree di sviluppo: affermazione del ruolo di Iren Mercato quale supplier extra commodity di servizi a valore aggiunto, con conseguente posizionamento del brand in riferimento ai temi dell’innovazione 

• Promozione del progetto “new downstream” rafforzata da una fitta attività promozionale condotta all’interno degli sportelli Iren Mercato, con la creazione di spazi fisici espositivi esclusivamente dedicati ed iniziative commerciali speciali

• Consolidamento del progetto “new downstream”: ampliamento delle offerte di prodotti per il risparmio energetico e di domotica, sviluppo di modelli innovativi di offerta con contestuali nuovi processi e nuovi canali di vendita

• Ingresso nel mercato e-mobility con la definizione di diverse proposte commerciali destinate al segmento domestico, corporate e della Pubblica Amministrazione

Consolidare la customer base Iren Mercato attraverso una strategia di loyalty e retention ad ampio raggio: campagne di caring rivolte a specifici segmenti target e ulteriore sviluppo del programma di loyalty Club Iren Mercato 

• Lancio di IrenConTe, nuovo programma di fidelizzazione di Iren Mercato, parte integrante di un ampio progetto di riduzione del churn, grazie a continuativi vantaggi fidelizzanti e a meccanismi di partecipazione e ingaggio (premi esperienziali e mass market)

• Valorizzazione del programma IrenConTe: miglioramento dei meccanismi di partecipazione e ingaggio dei clienti iscritti, nuovi vantaggi, nuova piattaforma di reportistica per il monitoraggio costante dei KPI e piano annuale di animazione

Fornitori
Obiettivi Azioni intraprese nel 2017 Obiettivi futuri

Ampliamento del sistema di monitoraggio delle prestazioni dei fornitori 

• Sistema di monitoraggio delle prestazioni dei fornitori con riferimento a:

- rispetto di tutte le norme di sicurezza sul lavoro e possesso di tutti i requisiti di sicurezza definiti in contratto

- rispetto di tutti i requisiti ambientali definiti in contratto.

Ciascuna voce genera un punteggio, la cui somma concorre a variare il punteggio di ingresso del fornitore nel portale

• Monitoraggio delle prestazioni dei fornitori e individuazione delle lacune del panel, in tema di sostenibilità, in base alla merceologia di perimetro e altri parametri

• Sensibilizzazione dei fornitori sulle problematiche emerse e monitoraggio dei miglioramenti ottenuti

• Recepimento delle modifiche normative, su ambiente e sicurezza, nei sistemi e procedimenti di qualifica e valutazione dei fornitori

Comunità e territorio
Obiettivi Azioni intraprese nel 2017 Obiettivi futuri

Crescita della qualità e quantità di progetti partecipati per la sostenibilità, "incubati" dai Comitati Territoriali

Azioni e iniziative per stimolare gli stakeholder e le comunità locali alla progettazione partecipata di iniziative per la sostenibilità ambientale e sociale: i Comitati Territoriali Iren hanno "incubato" 11 nuovi progetti

Proseguire nella crescita quali-quantitativa della progettazione partecipata con gli stakeholder per la sostenibilità dei territori

Ulteriore diffusione della piattaforma Irencollabora.it

• Iniziative per incrementare gli utenti e i flussi di scambio sulla piattaforma Irencollabora.it. A fine 2017 i profili registrati hanno raggiunto quota 928, in crescita del 30% rispetto al 2016

• Prosecuzione delle attività di diffusione della piattaforma Irencollabora.it e della progettualità sviluppata attraverso di essa con l'obiettivo di generare positivi impatti ambientali e sociali per le comunità

Estensione dei Comitati e Consulte Territoriali 

 

• Attivazione di Comitati e Consulte Territoriali nelle nuove aree geografiche di riferimento per il Gruppo
Integrazione dei processi di CSR, Risk Management e Presidio 231/privacy e di questi nel processo di pianificazione strategica 

• Avvio di un percorso di pianificazione strategica che ha integrato obiettivi e target di sostenibilità per il Piano Industriale Iren 2017-2022 e per il budget 2018

• Affinamento del processo di definizione degli obiettivi e dei target di sostenibilità nella pianificazione strategica

Azionisti e finanziatori
Obiettivi Azioni intraprese nel 2017 Obiettivi futuri

Migliorare la comunicazione finanziaria con l'obiettivo di estendere la copertura degli analisti per incrementare la visibilità da parte del mercato e degli stakeholder sulle azioni di crescita, efficientamento e sostenibilità poste in essere

• Crescita della platea degli analisti finanziari che coprono il titolo grazie all’ingresso di Main Fairst, a partire da gennaio

• Visite a piazze finanziarie mai toccate dal Gruppo (Chicago e Lussemburgo)

• Presentazione dell’equity story di Iren anche in piazze finanziarie fino ad ora non raggiunte, in forza dell’aumentata visibilità del Gruppo, grazie all’incremento significativo in termini di capitalizzazione e risultati

• Continua ricerca dell’eccellenza della comunicazione finanziaria attraverso un contatto quotidiano con analisti e fund manager

Mantenere il rating Investment Grade 

• Conferma da parte dell’agenzia Fitch del rating pubblico Investment Grade con miglioramento di un notch a BBB per Iren S.p.A. e BBB per le emissioni obbligazionarie

Mantenimento del rating Investment Grade

Proseguire nelle attività di copertura dei fabbisogni finanziari per supportare gli investimenti con un equilibrato rapporto tra fondi a breve e medio/lungo termine

• Perfezionati ed utilizzati nuovi finanziamenti a medio lungo termine per complessivi 550 milioni di euro, di cui 500 milioni di euro con una nuova emissione obbligazionaria pubblica in formato “Green” della durata di 10 anni

• Perfezionamento della linea di finanziamento BEI Reti Elettriche per 75 milioni di euro

• Rinnovo e ampliamento del programma di emissioni obbligazionarie (EMTN Program) fino a un importo massimo di 2 miliardi di euro

• Ottimizzazione del portafoglio di debito anche con attività di liability management finalizzate alla riduzione del costo del debito

• Prosecuzione delle attività di copertura dei fabbisogni finanziari per supportare gli investimenti con un equilibrato rapporto tra fondi a breve e medio/lungo termine

• Pieno rispetto degli impegni assunti nel Green Bond Framework a beneficio di Investitori Socialmente Responsabili (SRI), in coerenza con i Green Bond Principles

Ottimizzare il portafoglio di debito anche con attività di liability management finalizzate alla riduzione del costo del debito 

• Operazione di Tender Offer per 92 milioni di euro ed estinzione anticipata di finanziamenti bancari per 253 milioni di euro

• Prosecuzione nell’ottimizzazione del portafoglio di debito anche con attività di liability management finalizzate alla riduzione del costo del debito

Generazioni future
Obiettivi Azioni intraprese nel 2017 Obiettivi futuri

Iniziative capillari di divulgazione e di educazione ambientale rivolte all’infanzia e al pubblico adulto sui territori di riferimento 

• Inserimento nel catalogo Edu.Iren di offerte didattiche frutto delle collaborazioni con soggetti presenti sul territorio
• 

• Estensione dell’offerta formativa oltre l’anno scolastico

• Sperimentazione di percorsi formativi con più soggetti (scuole, associazioni e aziende) nell’Alternanza Scuola Lavoro

• Aumentare le collaborazioni con i soggetti locali e nazionali per offrire nuovi percorsi e nuovi strumenti di formazione

• Trasformare l'educazione ambientale Iren dal tradizionale educational in uno strumento evoluto di comunicazione territoriale