Sensazioni e

rigenerazioni

Il gruppo Iren a Terra Madre

Quando e dove?

Dal 22 al 26 settembre Iren è presente a Terra Madre – Salone del Gusto con uno stand (SP 1B) dedicato a SENSAZIONI E RIGENERAZIONI che offre l’opportunità di una scoperta esperienziale, a ritmo slow, con gusto e rispetto dell’Ambiente.

L’obiettivo è fornire un sostegno concreto alla manifestazione: un supporto che si fonda sulla consonanza tra i valori dell’azienda e quelli della kermesse, che da anni mette al centro i temi della sostenibilità, della transizione ecologica e delle comunità.
 

Un’esperienza pensata per scoprire la Rigenerazione degli scarti e la Transizione Ecologica attraverso l’uso dei cinque sensi.

Cosa significa per Iren rigenerare?

Dare una nuova vita agli scarti: una sfida messa in atto per raggiungere entro il 2030 gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile traducendoli in beneficio diffuso. Investire sulla cultura della rigenerazione, per sostenere un’economia sostenibile e senza sprechi. Insieme a te, possiamo fare la differenza.

 

La rigenerazione inizia proprio dal nostro stand e dai servizi di raccolta, smaltimento e riciclo dei rifiuti che abbiamo attivato per tutta la durata della manifestazione.

Il nostro impegno

Quotidianamente il Gruppo Iren è impegnato a fornire servizi ai cittadini e alle imprese, insieme a soluzioni alle sfide che la transizione ecologica ci pone. Un approccio alla sostenibilità fatto di politiche chiare che vedono gli scarti come un’opportunità. Per il Gruppo Iren rigenerare è dare forma al domani ogni giorno”.

 

Di quello che getti non buttiamo via niente!

Compost

I.BLU

Pallet

Poliuretano

Energia green

Acqua rigenerata

Ero un torsolo di mela

I rifiuti organici e verdi come opportunità

Frutta, verdura, gusci d’uovo, avanzi alimentari, sfalci dei giardini, potature: tutto quello che viene raccolto con i servizi Iren può trasformarsi in un’importante risorsa per il nostro territorio. Dalla raccolta dei rifiuti organici e dei rifiuti verdi, che rappresenta il 40% dei nostri rifiuti, è possibile produrre l’energia necessaria per muovere autobus e automobili, riscaldare abitazioni e realizzare compost di qualità. Dagli scarti alle nuove risorse: replicando il ciclo naturale di trasformazione vengono generati biometano e compost.

Il biometano: energia pulita per le persone

Energia 100% rinnovabile e a impatto zero, più comunemente definito come “combustibile del futuro”, l’obiettivo è quello di sostituirlo ai combustibili fossili non rinnovabili per evitare l’emissione tonnellate all’anno di anidride carbonica nell’atmosfera.

Valorizzare la produzione di biometano nel nostro Paese permetterebbe di coprire l’8% del consumo nazionale di gas.

 

 

Il compost: nutrimento per la terra

Ammendante nobile, valido per le pratiche agronomiche, ricco di nutrienti e impiegabile nell’agricoltura biologica. Lo sai che puoi produrlo anche tu con il compostaggio domestico? Se non hai un posto dove mettere la compostiera, fai la raccolta dell’organico. La Terra ti ringrazia.

Vuoi sapere cosa succede ai tuoi scarti organici?

Ero una busta per l'insalata

Le nuove vite della plastica

Una raccolta attenta e consapevole è il modo migliore per donare nuove vite alla plastica. Oltre ai riciclaggi più conosciuti e ormai parte della nostra vita (come è caldo il nostro pile in inverno), I.BLU – Azienda del Gruppo Iren, tramite processi innovativi e brevettati, effettua una selezione delle plastiche miste raccolte e le ricicla in Materie Prime Circolari.

BLUAIR ® / L’evoluzione green dell’acciaio

È una Materia Prima Seconda, derivante da processi di selezione, trattamento e riciclo delle plastiche post-consumo altrimenti destinate a smaltimento, utilizzata come agente riducente nella produzione dell’acciaio in sostituzione del carbone.

I vantaggi del suo impiego sono molteplici: riduzione delle emissioni di CO2 di oltre il 35% rispetto all’utilizzo di altri materiali plastici; riduzione impiego di carbone nei processi industriali, aumento efficienza del processo produttivo e incremento riciclo delle materie plastiche.

BLUPOLYMER® / Città a misura d'ambiente

È una Materia Prima Seconda, derivante da processi di selezione, trattamento e riciclo delle plastiche post-consumo altrimenti destinate a smaltimento.

Utilizzata nella realizzazione di asfalti ad elevate prestazioni, di prodotti per l’edilizia, l’industria, l’automotive, l’arredo urbano e residenziale e impiegata nella produzione di strade, aree industriali, centri logistici e aeroporti. Sono diversi i vantaggi del su impiego nell’industria: aumenta la resistenza e la durata nel tempo dell’asfalto, favorisce la realizzazione di aree urbane a minore impatto ambientale.

Vuoi sapere come trasformiamo il sacchetto che conteneva la tua insalata?

Ero un pallet

Abbiamo a cuore il legno

Ogni anno, in Italia, vengono prodotti circa 50 milioni di pallet in legno che rappresentano gli imballaggi maggiormente utilizzati per il trasporto e lo stoccaggio delle merci e sono più della metà degli imballi immessi nella filiera del legno.

L’impianto di produzione di Pallet da legno riciclato di ASM Vercelli S.p.A. – Azienda del Gruppo Iren, sarà il primo impianto in Italia per la produzione di pallet pressato da legno riciclato proveniente esclusivamente dalla raccolta differenziata.

 

 

Un impianto 100% sostenibile

Eviteremo ogni anno il taglio e l’abbattimento di 115 mila alberi e continuando a valorizzare significativamente le frazioni legnose provenienti dalla differenziata, si potranno raggiungere a regime 110.000 tonnellate di legno all’anno trasformate in pallet e pallet block.

Il pallet pressato ha una possibilità di riuso e una riciclabilità infinita e possiede una struttura che garantisce maggiore resistenza alla deformazione.

 

Il pallet block, rispetto ai blocchetti tradizionali (realizzati con la parte pregiata del tronco degli alberi quindi con legno vergine) ha una maggiore resistenza ai chiodi e alle deformazioni, oltre a un costo di produzione più basso. A regime, l’impianto di ASM Vercelli sarà in grado di produrre ogni anno fino a 750.000 pallet e circa 135.000 metri cubi di pallet block.

 

Vuoi scoprire tutti i vantaggi del pallet pressato e del pallet block?

Ero un materasso

Una nuova catena del valore

Ogni anno in Italia vengono dismessi 5 milioni di materassi che equivalgono a 21 mila tonnellate di poliuretano destinate fino ad oggi unicamente allo smaltimento. Grazie a innovativi processi di riciclo, i materiali raccolti e suddivisi vengono reintrodotti nel mercato come Materia Prima Seconda del tutto comparabile al poliuretano vergine.

Recupero e riutilizzo di un materasso

Un nuovo materiale composto da poliuretano espanso derivato dall’agglomerazione delle componenti di scarto di prodotti imbottiti.

Il tuo vecchio materasso diventa così riciclato e riciclabile più volte.
 

I benefici sul nostro pianeta sono misurabili in 21 mila tonnellate di CO2 risparmiate ogni anno, perché anche il nostro pianeta ha diritto a sonni tranquilli!

 

Vuoi sapere di più sulla trasformazione dei materassi esauriti in materia prima seconda?

Energia green

È possibile produrre bene e utilizzare meglio l’energia di cui abbiamo bisogno. Oltre il 74% dell’energia che il Gruppo Iren produce è green.
 

Idroelettrico, cogenerazione, valorizzazione energetica dei rifiuti sono parte della nostra storia. Decarbonizzazione, rinnovabili, fotovoltaico, biometano, alta efficienza e riqualificazione energetica sono le parole del nostro presente e del nostro futuro. Un'attenzione si declina anche nella gestione degli impianti e dei servizi, senza dimenticare che anche l’energia può nascere da processi di rigenerazione, grazie ad un'economia circolare ad alta efficienza energetica.

 

Siamo orgogliosi di quello che siamo e che saremo.

Acqua rigenerata ed energia risparmiata

I depuratori possono trasformarsi in “sorgenti”: fabbriche di acqua di qualità che rigenerano le acque reflue per consentirne un nuovo utilizzo.

 

È ciò che succede nell’impianto Iren di Mancasale (Reggio Emilia), uno dei primi costruiti in Italia e oggi completamente rinnovato. Un depuratore di ultima generazione che grazie a un sistema di trattamento terziario avanzato eroga ogni anno (da marzo a settembre) 7 miliardi di litri d’acqua alle coltivazioni di pregio della zona. Una risposta concreta ai sempre più frequenti periodi di siccità e un’opportunità di risparmio delle risorse, perché l’acqua recuperata viene distribuita a caduta utilizzando il reticolo dei canali della Bonifica, evitando così il pompaggio di altra acqua dal Po. Un impianto che è anche un Parco: il PAD, Parco delle Acque Depurate, un’area eco industriale con un percorso di visita inclusivo.

Nel Piano Industriale @2030 Iren prevede di raddoppiare la portata dello stabilimento e con esso la quantità di acqua erogata, con un investimento di 4 milioni di euro: da 7 milioni di metri cubi di acqua recuperata all'anno si passerà dunque a 14 milioni direttamente utilizzabili in agricoltura durante la stagione irrigua.

 

Vuoi scoprire di più sull'impianto di depurazione delle acque reflue di Mancasale?

Uno stand 100% rigenerabile

Un evento è sostenibile quando “è ideato, pianificato e realizzato in modo da minimizzare l'impatto negativo sull’ambiente e da lasciare una eredità positiva alla comunità che lo ospita”.

 

Lo stand è stato pensato e realizzato per essere in linea con i criteri di sostenibilità ambientale, sono state selezionate strutture riutilizzabili, materiali rigenerati, stampe su materiale organico e scelte frutta e piante a Km0.

 

Il progetto SENSAZIONI E RIGENERAZIONI – IL GRUPPO IREN A TERRA MADRE è stato ideato da Eduiren,

il settore educational del Gruppo Iren con la collaborazione di:

 

FRC – Fondazione Reggio Children Centro Loris Malaguzzi

Pause – L’Atelier dei sapori

Remida – Centro di riciclaggio creativo