Multicircle Economy. Moltiplichiamo il valore dell’economia circolare

Oggi si parla molto di economia circolare. Noi di Iren l’abbiamo portata a un nuovo livello, focalizzando la nostra visione su un uso consapevole delle risorse e mettendo in relazione produzione dell’energia, efficienza energetica, ciclo dei rifiuti, gestione delle risorse idriche e la mobilità elettrica. Questo significa Multicircle Economy: moltiplicare il valore creato su tutti gli ambiti i cui ci impegniamo.

  • La gestione responsabile e la valorizzazione dei rifiuti rappresentano uno dei pilastri fondamentali della strategia di Iren. Il Gruppo è fortemente coinvolto nello sviluppo dell’economia circolare nelle sue attività di gestione ambientale al fine di chiudere il ciclo del waste in tutte le fasi del ciclo dei rifiuti, attraverso più efficienti sistemi di raccolta che consentono una maggiore raccolta differenziata, ma necessitano di una adeguata capacità impiantistica, di cui il Iren è fra i leader italiani, al fine di ottenere una maggiore valorizzazione grazie all’integrazione verticale nella catena del valore, chiusa efficacemente con l’utilizzo dei Waste To Energy  per il materiale non recuperabile.
     
    • In cantiere Iren ha un impianto di produzione di pallet da scarti di legno, a Vercelli, che sarà uno dei primi impianti in Italia a produrre pallet esclusivamente dai rifiuti legnosi prodotti sul territorio;
       
    • Già avviata invece la filiera della selezione e riciclo delle plastiche con l’acquisizione di I.Blu, società specializzata nella trasformazione delle plastiche scartate che diventano polimeri (il plasmix) utilizzati in prodotti dell’edilizia e altro.
       
  • L’uso sostenibile delle risorse idriche, che vede il Gruppo impegnato nel migliorare ulteriormente la gestione delle reti acquedottistiche, grazie alla loro progressiva distrettualizzazione nelle aree storiche, al fine di ridurre i prelievi di acqua dall’ambiente e contenere le perdite idriche, garantendo una elevata qualità del servizio. Iren sta, inoltre, potenziando e rinnovando il proprio parco impianti per migliorare la capacità di depurazione e ridurre i fanghi biologici, con l’applicazione delle tecnologie più innovative sempre nell’ottica della Multicircle Economy di cui gli impianti di Roncocesi e Mancasale sono due esempi.
     
    • Nell’impianto di depurazione di Mancasale, provincia di Reggio Emilia, le acque reflue, depurate e filtrate con un metodo innovativo, vengono riutilizzate per l’irrigazione agricola;
       
    • A Roncocesi (RE), invece, il gas prodotto dai fanghi della depurazione viene trasformato in biometano, in carburante rinnovabile per le auto.
       
  • L’energia green, tassello fondamentale dei processi di decarbonizzazione, grazie agli impianti di produzione idroelettrica, fra cui degno di nota è quello di Pont Ventoux-Susa, realizzato per lo più in caverna, e cogenerativi, che consentono oggi ad Iren di avere quasi il 76% della propria capacità produttiva da fonte rinnovabile o assimilata. Proprio la cogenerazione, e la centrale di Moncalieri, che è uno dei poli produttivi di energia elettrica e calore più importanti d’Italia, ne è un esempio, trova il suo naturale complemento nel teleriscaldamento di cui Iren è il primo operatore nazionale, gestendo sistemi integrati (generatori/accumuli/reti) in tutti i principali capoluoghi dei territori di riferimento.
     
  • Il teleriscaldamento di Iren, che consente lo spegnimento di decine di migliaia di centrali termiche/caldaie all’interno delle città, permette anche di ottimizzare i processi produttivi dell’energia in quanto utilizza il calore prodotto, oltre che dalla centrali cogenerative, anche dagli impianti di termovalorizzazione, interpretando pienamente i principi dell’economia circolare: può contare su reti di trasporto e distribuzione interrate efficienti e su un crescente numero di sistemi di accumulatori di calore  (serbatoi  di acqua calda), che consentono di “seguire” i picchi di domanda, ottimizzando i flussi nelle reti e minimizzando l’accensione dei generatori di calore.
     
  • La maggiore efficienza energetica negli edifici rappresenta per il Gruppo Iren un tassello fondamentale nella pianificazione delle future smart city che necessitano di piani di riqualificazione edilizia degli immobili sia pubblici (es. scuola e sanità), sia privati (condomini), attraverso interventi strutturali (cappotto termico, relamping, installazione pannelli FV, revamping impianti termici, ecc.), che innovativi come il New Downstream (smart home, domotica), per un’ottimizzazione dei consumi energetici, con benefici sia per le famiglie sia per l’ambiente.
     
  • E-mobility, quale soluzione davvero alternativa di mobilità sostenibile, elettrica e condivisa, nella quale il brand IrenGo è presente sia sul fronte della mobilità aziendale che delle nuove soluzioni di mobilità (sharing elettrico).