Focus areas

In questa sezione è possibile, per ciascuna focus area, consultare e scaricare in una tabella riepilogativa gli approfondimenti delle azioni legate alla sostenibilità delle risorse: le attività svolte nel 2020 e gli impegni futuri volti a garantire un miglioramento continuo nelle performance di Iren.

DECARBONIZZAZIONE
Azioni intraprese nel 2020 Obiettivi futuri

Riduzione delle emissioni:

  • +4,6% di emissioni di CO2 evitate da recupero di rifiuti rispetto al 2019
  • -5,6% di emissioni di CO2 scope 2 rispetto al 2019
  • repowering e riqualificazione degli impianti idroelettrici di Chiomonte e Susa
  • investimenti in fonti rinnovabili e fotovoltaico 

Riduzione delle emissioni:

  • 43% emissioni di CO2 evitate da recupero di rifiuti al 2025 rispetto al 2019 
  • -35% circa di emissioni di CO2 Scope 2 al 2025 rispetto al 2019
  • -4% di intensità carbonica degli impianti di produzione energetica al 2025 rispetto al 2019
  • investimenti nei settori mini hydro, fotovoltaico, fonti rinnovabili e rinnovo delle attuali concessioni

Efficientamento energetico:

  • +1% Tep risparmiate rispetto al 2019
  • oltre 71.000 Tep risparmiate da prodotti/servizi Iren Plus e Iren Smart Solutions

Efficientamento energetico:

  • +27% di Tep risparmiate al 2025 rispetto al 2019
  • oltre 208.000 Tep risparmiate da prodotti/servizi Iren Plus e Iren Smart Solutions al 2025
  • ulteriore flessibilizzazione degli impianti termici, in ottica di maggiore efficienza e risposta alle future sfide del mercato elettrico
ECONOMIA CIRCOLARE
Azioni intraprese nel 2020 Obiettivi futuri

Raccolta differenziata e riduzione rifiuti:

  • crescita della raccolta differenziata al 69,3%
  • progettazione di 3 nuovi Centri di Raccolta (PR e RE)
  • estensione raccolta domiciliare con ecoisole per circa 25.000 abitanti
  • estensione della tariffazione puntuale dei rifiuti a 3 comuni (Quattro Castella, Ameglia, Luni)

Raccolta differenziata e riduzione dei rifiuti:

  • crescita della raccolta differenziata al 73,6% al 2025
  • 3 nuovi Centri di Raccolta (province di RE e PR) entro il 2021
  • estensione raccolta domiciliare con ecoisole per circa 140.000 abitanti
  • estensione della tariffazione puntuale a 9 comuni (province di Parma, Piacenza, Reggio Emilia e La Spezia) entro il 2021

Incremento del recupero di materia da rifiuto:

  • 492.000 tonnellate di rifiuti a recupero in impianti del Gruppo
  • autorizzazione di 3 impianti di trattamento della frazione organica con produzione di biometano (Reggio Emilia, Santhià e Cairo Montenotte)
  • avvio opere realizzative dell'impianto di trattamento e recupero di carta e plastica a Borgaro e presso il PAI di Parma
  • richiesta autorizzazione realizzazione TMB di Genova

Incremento del recupero di materia da rifiuto:

  • 1.630.000 tonnellate di rifiuti a recupero in impianti del Gruppo al 2025
  • realizzazione di 3 impianti di trattamento della frazione organica con produzione di 35 milioni di mc di biometano al 2025 (Reggio Emilia, Santhià e Cairo Montenotte)
  • realizzazione impianti di trattamento e recupero di carta e plastica a Borgaro e al PAI di Parma
  • realizzazione TMB di Genova
RISORSE IDRICHE
Azioni intraprese nel 2020 Obiettivi futuri

Riduzione dei prelievi di acqua dall’ambiente per la distribuzione ad uso potabile:

  • perdite di rete idrica al 33,3%
  • -3% di prelievi idrici per abitante/giorno nelle aree storiche rispetto al 2019
  • 56% di rete idrica distrettualizzata

Riduzione dei prelievi di acqua dall’ambiente per la distribuzione ad uso potabile:

  • perdite di rete al 29% al 2025
  • -4,9% di prelievi idrici per abitante/giorno nelle aree storiche al 2025 rispetto al 2019
  • 81% di rete idrica distrettualizzata al 2025 

Miglioramento quali-quantitativo della capacità depurativa:

  • +3,3% della capacità depurativa degli impianti (AE) rispetto al 2019
  • abbattimento inquinanti nell’acqua depurata: BOD 93,4%, COD 90,2% e SST 93,3%

Miglioramento quali-quantitativo della capacità depurativa:

  • + 16% della capacità depurativa degli impianti (AE) al 2025 rispetto al 2019
  • abbattimento inquinanti nell’acqua depurata: BOD >94%, COD >90% e SST >93% 
CITTÀ RESILIENTI
Azioni intraprese nel 2020 Obiettivi futuri

Città resilienti:

  • go-live del progetto JustIren (trasformazione digital dell'intera filiera dei rifiuti: catena tecnica e commerciale, gestione del cliente, pianificazione, progettazione, gestione dei servizi e degli impianti) su Torino
  • 19% di veicoli a basso impatto della flotta del Gruppo
  • 8,4% di energia elettrica verde venduta sul totale venduto a clienti finali

Città resilienti:

  • go-live del progetto JustIren (trasformazione digital dell'intera filiera dei rifiuti: catena tecnica e commerciale, gestione del cliente, pianificazione, progettazione, gestione dei servizi e degli impianti) sul territorio emiliano entro il 2021
  • 35% di veicoli a basso impatto nella flotta del Gruppo al 2025
  • 25% di energia elettrica verde venduta sul totale venduto a clienti finali al 2025 

Incremento della volumetria teleriscaldata:

  • +1,9% di volumetrie teleriscaldate rispetto al 2019
  • completamento degli interventi sulla rete di teleriscaldamento e sul termovalorizzatore di Torino per il collegamento alla rete di Grugliasco
  • estensione e sviluppo della rete di teleriscaldamento cittadino di Torino e Piacenza

Incremento della volumetria teleriscaldata

  • +16% di volumetrie riscaldate al 2025 rispetto al 2019

Miglioramento del livello di sicurezza della rete gas:

  • ispezione del 98,8% di tutta la rete gas 
  • posa in esercizio di 13,66 km di rete per rinnovamento di tratti obsoleti
  • ricerca dispersioni e sostituzione dei contatori elettronici
  • 98,7% delle chiamate di pronto intervento con tempo di arrivo sul posto entro i 60 minuti

Miglioramento del livello di sicurezza della rete gas:

  • ispezione del: 100% di tutta la rete gestita
  • rinnovamento della rete gas per la sostituzione dei tratti più obsoleti (ghisa grigia e acciaio non proteggibile)
  • prosecuzione ricerca dispersioni e sostituzione dei contatori elettronici
  • mantenimento dei livelli raggiunti su % di chiamate di pronto intervento con tempo di arrivo sul posto entro i 60 minuti