Open Innovation

L’innovazione tecnologica nel Gruppo Iren è centrale nelle scelte strategiche e nella definizione dei prodotti e servizi offerti.

Iren gestisce i processi di innovazione attraverso un modello di open innovation, ovvero attraverso il coinvolgimento, nello sviluppo di un’idea o di un prodotto, di tutti i portatori di interesse (interni ed esterni) affinché tale idea sia effettivamente la migliore, poiché analizzata e sviluppata con un approccio multidisciplinare, mettendo a profitto conoscenze e competenze di un ecosistema di aziende, università, centri di ricerca, poli di innovazione e start up. Se sei interessato, consulta il programma di Corporate Venture Capital.

L’innovazione risulta fondamentale per migliorare e rendere più efficienti i processi aziendali e lavorativi, per garantire la sostenibilità ambientale ed economica e, quindi, per agevolare la crescita dei territori in cui opera il Gruppo.

Iren è molto attiva nei progetti di ricerca cofinanziati a livello europeo, nazionale e regionale: tali progetti permettono di testare soluzioni innovative con il contributo e il confronto di realtà internazionali

Di seguito descriviamo i prinicpali progetti di innovazione cofinanziati a livello europeo, nazionale e regionale attualmente attivi:
 

 

5G-SOLUTIONS

L’obiettivo del progetto 5G-Solutions è quello di sperimentare, in differenti test di campo, le funzionalità, potenzialità e limiti della rete 5G, con particolare attenzione alla valutazione degli indicatori di performance definiti dagli enti di standardizzazione preposti.

5g-ppp.eu/5g-solutions

 

BIOMETHER
Il progetto è finalizzato alla creazione dei primi impianti per la produzione e distribuzione di biometano a utenti finali in Italia. Questi impianti rappresenteranno il punto di partenza per la valutazione dell’estensibilità di questo esperimento in tutta la Regione Emilia Romagna e per la creazione della rete regionale di distribuzione di biometano. IREN realizzerà l'impianto pilota.

biomether.eu/p/the-project

 

CHESTER

Il progetto ha l’obiettivo di sviluppare e integrare una soluzione innovativa di tipo Power-to-Heat-to-Power che consenta la massimizzazione dello sfruttamento delle RES elettriche non programmabili e RES termiche già abbinate a sistemi di TLR.  Il sistema oggetto dello studio, denominato CHEST, sfruttando pompe di calore, accumuli a calore latente e cicli organici rankine (ORC), consentirà di trasformare l’energia elettrica in calore, stoccarlo e successivamente produrre nuovamente energia elettrica.

chester-project.eu 

 

 

ENERGYSHIELD
Il progetto intende sviluppare una piattaforma integrata di sicurezza informatica, utilizzabile da tutti gli attori della filiera energetica (Gestori della rete di trasmissione, Distributori, Aggregatori, Produttori). Le principali funzionalità del sistema sono: valutazione di vulnerabilità, monitoraggio/protezione ed apprendimento/condivisione.

 

ENERGYNIUS (Energy Networks Integration for Urban Systems)
Il progetto intende delineare modelli di sviluppo che mettano le Energy Communities e i Distretti Energetici nelle condizioni di effettuare scambi bidirezionali con le reti energetiche, offrendo quindi energia e servizi al sistema regionale/nazionale.

 

ESACOM (Energy SAving and COMfort optimisation)
Il progetto intende sviluppare una piattaforma di sensori, algoritmi, database e app in grado di fornire agli Stakeholders uno strumento, scalabile a diversi livelli, di gestione dei dati e di attuazione; si tratta di un supporto per le decisioni di ottimizzazione energetica, al fine di attuare un management energetico che tenga conto dell’effettivo stato di benessere degli utenti dell’edificio.

 

 

EVERYWH2ERE 

L'obiettivo del progetto è quello di sviluppare un gruppo elettrogeno a cella combustibile “plug and play”, facile da trasportare a livello urbano per alimentazione elettrica temporanea in diversi settori (cantieri, festival musicali, eventi temporanei, centri espositivi).

everywh2ere.eu

 

Evolution2G 
 Il progetto vuole approfondire e testare direttamente sul campo il concetto di Vehicle to Grid (V2G), ovvero un sistema in cui i veicoli elettrici hanno un ruolo di bilanciamento sulle reti elettriche. Le innovazioni principali del progetto si basano su:

  • Sviluppo di due quadricicli leggeri con un sistema di gestione della batteria innovativo e un sistema di ricarica bidirezionale, in grado di interfacciarsi con la rete elettrica sia per ricaricarsi sia per “cedere” la sua carica;
  • Sviluppo di un prototipo di EMCS (Energy Management and Control System), per la gestione dei dati a seconda dei diversi stakeholders, nell’ottica di migliorare l’equilibrio della rete elettrica;
  • Test su prototipi di soluzioni di ricarica V2G, sia a livello domestico che a livello pubblico/urbano.

 

 

NEMO
Il progetto prevede di sviluppare una piattaforma di e-roaming applicata a differenti sistemi di mobilità elettrica (infrastruttura di ricarica e autoveicoli). L’obiettivo principale è la creazione di un “Hyper network”, ovvero una sovra-infrastruttura ICT in grado di omogeneizzare dati provenienti dai vari stakeholders e enerare servizi e applicazioni innovativi sulle diverse verticalità,

nemo-emobility.eu

 

OTTEMPO 
Il progetto si propone di studiare e testare modalità di distribuzione, attraverso una rete di telecomunicazione in fibra ottica o wireless, del campione di tempo, ossia l’ora esatta, con una precisione nell’ordine dei microsecondi per il settore delle società multiservizi (multiutility). In particolare, le applicazioni operative saranno rivolte a sistemi di monitoraggio e analisi in tempo reale delle reti di distribuzione elettrica e del servizio idrico.

 

PLANET 
Il progetto mira a sviluppare tecnologie e analisi dei vincoli regolatori per lo sfruttamento sinergico delle reti di distribuzione (elettriche, gas e termiche). Durante il progetto verranno: modellizzate tecnologie di accumulo e conversione; simulati sistemi intelligenti di gestione automatizzata multigrid; creati nuovi business model; testati in un pilota fisico sistemi di conversione di energia.

h2020-planet.eu 

 

PUMP HEAT
Il progetto ha l’obiettivo di aumentare la flessibilizzazione degli impianti convenzionali a fonte fossile, in particolare cicli combinati, al fine di soddisfare le sempre maggiori esigenze della rete per compensare le fluttuazioni delle fonti rinnovabili. Il progetto studierà l’abbinamento di pompe di calore a impianti a ciclo combinato cogenerativi e cicli combinati convenzionali; verrà inoltre analizzato l’abbinamento con sistemi per lo stoccaggio di calore e freddo.

pumpheat.eu

 

Recupero di materia da RAEE R1/R2 RAEE
Il progetto ha come obiettivo principale lo sviluppo di tecnologie ad elevata replicabilità e rapidamente trasferibili al mondo industriale, finalizzate all’ottimizzazione della gestione dei rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE). 


SATURNO
Il progetto prevede di validare, su piattaforma industriale, la conversione della frazione organica dei rifiuti e della CO2 di scarico dagli autoveicoli e da produzioni industriali, in biocarburanti e biochemicals. In particolare, il progetto prevede di valorizzare la frazione organica dei rifiuti di origine urbana, normalmente convertita in energia termica, elettrica, bio-metano e compost, attraverso l’estrazione di sostanze ad alto valore aggiunto come H2, acidi carbossilici, biofertilizzanti e biostimolanti.

 

SmartWaterTech
Il progetto nasce dalla fusione tra le due idee progettuali WATERTECH e SMART WATER presentate in ambito bando MIUR Smart Cities nell’ottica di offrire una più robusta analisi del sistema idrico integrato, puntando sia alla gestione di problematiche relative alle reti di distribuzione idrica, sia all’applicazione di modelli e tecnologie innovative per il trattamento delle acque reflue.

 

Store&Go
Il progetto dimostrerà 3 innovativi sistemi di Power to Gas (PtG) localizzati in Germania, Svizzera e Italia, al fine di individuarne e superarne le barriere tecniche, economiche, sociali e legali. Il progetto ha l’ambizione di valutare la possibilità di integrazione del sistema di storage PtG in sistemi di produzione e distribuzione dell’energia all’avanguardia. Il ruolo di IREN verterà sullo studio delle possibilità ecnico/economiche di integrazione della tecnologia PtG in realtà di produzione termoelettrica.

storeandgo.info

WATERSPY 
Il progetto intende sviluppare e definire una metodologia per rilevare la presenza di batteri eterotrofi nelle matrici acquose quali eColi, pseudomonas aeruginosa e salmonella. Lo strumento, da sviluppare a livello prototipale per un utilizzo sul campo presso fonti di approvvigionamento del servizio idrico (laghi artificiali) e presso la rete di distribuzione, prevede una fase di pre-concentrazione che permette al bio-sensore di legare i batteri su una superficie che verrà poi analizzata con una tecnologia laser. La messa a punto di uno strumento che funziona nel range indicato potrebbe aprire tante possibilità nel monitoraggio pervasivo della qualità dell’acqua.

waterspy.eu

 

Se hai un’idea innovativa, una start-up, un prodotto o servizio innovativo o un’attività di ricerca e vuoi metterti in contatto con Iren, scrivi a innovazione@gruppoiren.it.