La gestione dell'emergenza Covid 19

A partire dal 20 febbraio 2020, il Gruppo Iren ha costituito un comitato di gestione dell’emergenza per affrontare in modo coordinato e con misure tempestive una situazione in evoluzione costante, con l’obiettivo di consentire la continuità nell’erogazione dei servizi pubblici essenziali e l’operatività di 5.000 dipendenti sui territori serviti (raccolta e smaltimento dei rifiuti, distribuzione del gas e dell’energia elettrica, servizio idrico integrato, teleriscaldamento, produzione di energia, controllo della qualità delle acque, illuminazione pubblica, ecc.) prestando al contempo altissima attenzione alla sicurezza e al rispetto delle indicazioni del Governo.

Gli importanti investimenti realizzati dal Gruppo in digitalizzazione hanno favorito questa efficace gestione dell’emergenza Covid-19 anche in termini di continuità delle attività aziendali (es. l’estensione dello smartworking a quasi 3.000 dipendenti in breve tempo).

Con l’avvio della FASE 2 e il progressivo ritorno al lavoro dei dipendenti sono state intraprese ulteriori azioni a garanzia della sicurezza di lavoratori e cittadini.

Da un punto di vista economico-finanziario, il Gruppo ha dimostrato la capacità di perseguire efficacemente gli obiettivi delineati nel Piano Industriale nonostante l’emergenza sanitaria, incrementando gli investimenti del 52% e confermando il recupero, entro fine anno, dei leggeri ritardi sulle opere in costruzione. I risultati di medio termine confermano l’efficacia delle azioni intraprese e la solidità del modello di business.

Nonostante la situazione di emergenza, Iren conferma la sostenibilità come uno dei principali pilastri strategici, continuando ad investire in progetti legati alla Circular Economy, l’utilizzo efficiente delle risorse e la riduzione delle emissioni, per un ammontare di circa il 60% degli investimenti previsti nel piano industriale.

L’emergenza Covid-19 in Italia potrà avere nel corrente esercizio un impatto che, al momento, è ritenuto limitato sulle attività del Gruppo, principalmente per la natura del business in cui opera (oltre 70% in settori regolati o semi regolati). Le future azioni volte al rilancio economico del Paese potrebbero coinvolgere le utilities in operazioni di consolidamento sui territori e favorire così l’accelerazione degli investimenti.

Erogazione dei servizi pubblici essenziali

PRODUZIONE DI ENERGIA

  • Gli impianti di produzione di energia del Gruppo  - che consentono la produzione annua di circa 9.000 GWh elettrici e 3.000 GWh termici, - sono regolarmente in esercizio.
  • All’interno degli impianti si presta massima attenzione al rispetto delle disposizioni e delle misure per il contenimento del contagio: è stato proibito l’utilizzo promiscuo di attrezzature radio e dispositivi, i locali sono stati sanificati con igienizzazioni straordinarie, dove possibile (spogliatoi, servizi igienici, locali cucina, uffici) gli ambienti sono resi accessibili da un operatore per volta. Per le sale di controllo e nei locali che devono essere utilizzati da più colleghi si è provveduto a mantenere una distanza di 2 metri, con un’attività di segregazione che ha delimitato attraverso sbarramenti gli spazi accessibili a ciascun operatore. Le attività di manutenzione sono state ridotte al solo funzionamento degli impianti, sospesa la manutenzione evolutiva e i cantieri; lo sviluppo e la progettazione proseguono da remoto.

 

DISTRIBUZIONE GAS, ENERGIA ELETTRICA E ACQUA

Il Gruppo continua ad assicurare:

  • a quasi 3 milioni di italiani la continuità nei servizi di erogazione Gas (8mila km di rete), Energia Elettrica (8mila km di rete, 15 stazioni di trasformazione AT/MT, 4.700 cabin per la trasformazione MT/BT) e Acqua (oltre 23mila km di reti idriche e di acquedotto, 11mila km di reti fognarie, 1.300 impianti di potabilizzazione e depurazione delle acque)
  • Il servizio di pronto intervento e riparazione guasti 24 ore su 24, 7 giorni su 7
  • Servizi di colloco e spostamento contatori richiesti dai clienti
  • Servizi di monitoraggio sulla qualità delle acque (55.500 campionamenti annui)
  • Le attività di illuminazione pubblica e gestione semaforica

 

AMBIENTE

  • Proseguono senza interruzione le attività di igiene urbana e raccolta rifiuti in tutti i 302 Comuni serviti dal Gruppo a 3,1 milioni di abitanti che risiedono nei nostri territori.
  • Oltre 2.700 operatori sono impegnati in prima linea, in strada e sugli impianti, per garantire la pulizia delle città, la raccolta differenziata, il corretto trattamento e smaltimento dei rifiuti.
  • Sono operativi gli impianti di trattamento e smaltimento rifiuti, che consentono un’efficace gestione dell’intero ciclo, per garantire sostenibilità ambientale attraverso recupero di materia e valorizzazione energetica della risorsa rifiuto.
  • È stata rafforzata l’attività di igienizzazione delle strade, con autobotti che operano sulla media e grande viabilità sia in orario diurno sia notturno.
  • Sono state individuate e definite, in linea e in attuazione delle nuove modalità imposte dall’Istituto Superiore di Sanità, le differenti procedure e modalità di raccolta rifiuti porta a porta per le persone positive e/o in quarantena. 

 

Con la FASE 2, ripartono a pieno regime le attività di igiene urbana e raccolta rifiuti in tutti i 302 Comuni serviti dal Gruppo a 3,1 milioni di abitanti che risiedono nei nostri territori. In concomitanza con la riapertura delle attività commerciali e artigianali verranno progressivamente ripristinati i servizi dedicati.

Tutela e sicurezza delle persone
  • Fin dalle prime fasi dell'emergenza è stato esteso lo smart-working a tutti i dipendenti che sono nelle condizioni di lavorare dalla propria abitazione continuando a garantire la continuità operativa. L’azienda utilizza con successo lo smart-working da oltre un anno e, l’esperienza accumulata unita a importanti investimenti tecnologici e alla messa a disposizione di smartphone per tutti i dipendenti, si è rivelata particolarmente preziosa per assicurare il passaggio nell’arco di poche settimane da circa 1.000 a 2.900 dipendenti in modalità smart working.
  • È stata data a tutti i dipendenti l’ulteriore misura di flessibilità tramite l’utilizzo delle ferie alternato allo smart-working, per una migliore conciliazione vita-lavoro
  • È stato istituito anche lo strumento delle ferie solidali: ogni dipendente potrà donare a un fondo comune fino a un massimo di 5 giorni di ferie in favore dei colleghi che hanno già utilizzato le proprie giornate, la cifra totale delle giornate donate sarà poi raddoppiata dall’azienda. A tal proposito, sono stati donati dai dipendenti oltre 1.900 giorni di ferie, seguendo quanto fatto in prima persona dall’Amministratore Delegato e Direttore Generale del Gruppo.
  • Sono stati autorizzati a recarsi al lavoro solo i dipendenti che si occupano di servizi essenziali e di attività indispensabili per il funzionamento e per la continuità aziendale.
  • Sono state sospese tutte le trasferte, nazionali e internazionali.
  • Tutte le riunioni vengono effettuate in tele o videoconferenza.
  • In fase 2 sono stati sospesi tutti i cantieri non essenziali/funzionali alla continuità del servizio e/o interventi programmati.
  • Con la partenza della fase 2, a tutti i dipendenti che, per ragioni di  necessità, devono recarsi fisicamente al lavoro, viene consegnato un kit di sicurezza contenente guanti, mascherine, salviette e prodotti disinfettanti. E’ stata inoltre realizzata una APP che consente a ciascun dipendente di segnalare la propria presenza, in modo da poter procedere con immediatezza alla successiva sanificazione dei locali.

Clientela

Fin dall’avvio dell’emergenza, il Gruppo si è mosso tempestivamente con interventi significativi a supporto della propria clientela.

Interruzione sospensioni per morosità

Dal 9 marzo Iren ha interrotto le nuove azioni di sospensione/riduzione delle forniture (gas, luce, acqua e teleriscaldamento) dovute alla morosità confermando così l’attenzione ai territori serviti, alle persone e ai propri clienti. 

Possibilità rinvio pagamento o rateizzazione bollette

In attesa di specifici provvedimenti da parte del Governo e dell'Autorità di regolazione per energia reti e ambiente (ARERA), il Gruppo ha offerto a tutti i propri clienti - famiglie e imprese - che subiscono un’oggettiva situazione di difficoltà economica, la possibilità di richiedere il rinvio della scadenza di pagamento di 30 giorni oppure la rateizzazione in tre rate nei tre mesi successivi per le bollette di gas, luce, acqua, teleriscaldamento e rifiuti in regime di tariffazione puntuale corrispettiva o commerciale, in scadenza dal 13 marzo fino al 30 aprile e relative a servizi collegati a regolare rapporto di fornitura. Inoltre, non saranno applicati interessi passivi per il ritardato pagamento.

Sportelli e canali di contatto con la clientela

Dopo la chiusura della fase 1 , per garantire la tutela della salute e il rispetto della sicurezza di tutti, nella fase 2 dell’emergenza COVID i principali sportelli di servizio alla clientela sono stati riaperti con nuove modalità di accesso, pur raccomandando i clienti di utilizzare con priorità  i canali di contatto alternativi quali i call center (dalle 8 alle 16 dal lunedì al venerdì) e i canali digitali (sito web, app Iren You e pagina Facebook Iren luce gas e servizi).

E’ stata inoltre implementata la nuova APP Ufirst che consente di prendere appuntamento con gli uffici evitando così attese in coda.

 

Education

A tutti gli insegnanti, gli studenti e le famiglie “forzatamente” a casa in queste settimane, il Gruppo Iren offre attraverso il suo settore educational EDUIREN e sulla pagina dedicata #iorestoacasa con Eduiren  la possibilità di approfondire da casa i temi rifiuti, acqua ed energia.

Lo staff di Eduiren è a disposizione di tutti i docenti per supportare i progetti di didattica a distanza che in queste settimane saranno messi in campo. Basta contattarci alla mail: irenscuola@gruppoiren.it