Piano Industriale 2021-2030: 12,7 miliardi di euro di investimenti consentiranno a Iren di disegnare il futuro dei territori e diventare il partner di riferimento per le comunità

Nuova strategia di crescita per Iren per affermarsi come partner di riferimento per le comunità nell’evoluzione necessaria dei prossimi anni grazie all’elevata qualità dei servizi offerti. Decarbonizzazione, elettrificazione dei consumi, economia circolare ed efficienza energetica sono alla base del piano industriale che prevede la crescita degli investimenti, pari a 12,7 miliardi di euro in 10 anni, e della marginalità generata con un EBITDA atteso pari a 1,8 miliardi di euro (+870 milioni rispetto al 2020).

Highlight economico-finanziari

  • EBITDA: 1,8 miliardi di euro al 2030 (+870 milioni rispetto al 2020) con un cagr del 7% grazie a crescita organica, consolidamento e sinergie
  • Investimenti lordi complessivi: 12,7 miliardi di euro
  • Posizione finanziaria netta/EBITDA: 2,5x al 2030
  • Utile netto di Gruppo: circa 500 milioni di euro al 2030 (+270 milioni rispetto al 2020)
  • Dividendo: conferma dividend policy fino al 2025 e a seguire pay-out ratio del 50-55%


Highlight industriali

  • Investimenti Sostenibili: 8,7 miliardi di euro, pari all’80% degli investimenti organici in arco Piano
  • Crescita organica: pari a 600 milioni di euro di EBITDA, supportata da tutte le aree di business e sostenuta da investimenti nelle reti, volti a massimizzare qualità ed efficienza dei servizi, nello sviluppo di fonti di generazione rinnovabili e nell’estensione del teleriscaldamento, nell’incremento della capacità di trattamento rifiuti, nello sviluppo del business di smart solutions e nella crescita dei clienti retail
  • Crescita per linee esterne: 160 milioni di euro di EBITDA derivanti dal consolidamento di società già partecipate, dalla partecipazione alle gare gas e del servizio idrico integrato, dall’espansione in nuovi territori nella raccolta rifiuti e al netto di operazioni di cessione di assets non più core per Iren
  • Sinergie: 120 milioni di euro di EBITDA, principalmente legate a iniziative di Performance Improvement, al netto dei costi emergenti legati al processo di digitalizzazione
  • Assunzioni: previsto ingresso nel Gruppo di 7.000 lavoratori